Iomega taglia altri 200 posti

Per il vendor statunitense si traterebbe di un “ultimo sforzo” per portare a termine il proprio piano di ristrutturazione

21 luglio 2003 Nuovi tagli in casa Iomega. Allo scopo di completare il proprio piano di ristrutturazione il produttore di San Diego, in California, ha reso nota l'intenzione di voler lasciare a casa altri 200 dipendenti, circa un quarto della propria intera forza lavoro.
Un passaggio obbligato, ha spiegato il management del vendor, da tempo impegnato a rifocalizzare il proprio business negli ambiti più profittevoli dello storage. Per il momento, però, sulla società peserebbe l'annuncio degli ultimi risultati trimestrali nei quali Iomega ha riportato vendite di poco superiori ai 100 milioni di dollari, in declino del 30% rispetto al medesimo periodo dell'esercizio precedente, quando le vendite si erano assestate a quota 145,3 milioni.
Ciò nonostante, contrariamente a quel che si potrebbe pensare, la riserva di cassa del vendor ha superato i 450 milioni di dollari, tanto da convincere la società a offrire ai propri azionisti, come già Microsoft prima di lei, dividendi pari a 5 dollari per azione il prossimo 1° ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here