Intese globali e strategie locali

Oracle compra Siebel. Sistemi Informativi società del gruppo Ibm, poco prima aveva stretto una partnership con quest’ultima Facciamo il punto insieme al partner

Dicembre 2005, Sono passati tre mesi dall'annuncio dell'acquisizione
di Siebel da parte di Oracle per 5,85 miliardi di dollari con una valutazione
superiore di oltre il 15% del valore del titolo Siebel all'annuncio. In quel
momento erano tre i partner italiani di Siebel inseriti nel programma di sviluppo
del mercato delle Pmi su 50 a livello mondiale. I tre nomi italiani sono Altea,
Venco Computer e, ultimo arrivato, Sistemi Informativi, società consociata
a Ibm e, secondo il responsabile europeo Smb del leader nel Crm, Andrew Moore,
in visita in Italia l'estate scorsa, si dovrebbe raggiungere a breve il numero
ideale di sei. A suo tempo, il manager aveva garantito la disponibilità
di soluzioni specifiche e la fondamentale centralità del ruolo del canale
per competenza nell'area geografica di riferimento. È questo il modello
commerciale di Siebel in opposizione a quelli di Microsoft e di Salesforce,
attuali rivali in campo Crm.

Oracle solo se è necessario
Sistemi Informativi ha siglato la partnership con Siebel poco prima dell'acquisizione
da parte di Oracle. Interessante, perciò, dare la voce a Tullio
Schneditz
, direttore del settore Industria e distribuzione/telco di
Sistemi Informativi, visto che l'azienda, appartenente al gruppo Ibm Italia,
finora aveva fornito solo sporadicamente soluzioni Oracle e su esplicita richiesta
dei clienti. «Ho appreso la notizia dell'acquisizione attraverso la
rassegna stampa che ci invia Ibm
- afferma Schneditz -. Nel mentre
avevamo praticamente portato a termine i piani di formazione dell'area tecnica
e commerciale sui prodotti di Siebel e, da settembre, abbiamo avviato le prime
trattative con i clienti che stiamo concludendo ora»
. Il manager,
in ogni caso, mantiene l'offerta Siebel separata da quella Oracle, anche perché
se si deve scegliere che database installare presso un cliente viene spontaneo
proporre il Db2 di Ibm, dichiarando: «Come società di servizi
stiamo attenti a tutte le opportunità e saremo attenti e disponibili
a realizzare progetti in ambiente tecnologico Oracle laddove questa sia la scelta
di campo dei nostri clienti».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here