Internet, spesso ancora solo una vetrina per gli acquisti off line

Stando a uno studio condotto dalla società di rilevazione Jupiter Media Metrix, nella stagione natalizia di quest’anno le vendite su Internet hanno registrato una crescita pari all’11% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, quando l’incremento fu del 54%

La promessa di consegne gratuite e altre promozioni di
questo genere hanno contribuito in questi mesi ad attirare sul Web un notevole numero di
acquirenti. Ma stando a uno studio condotto da Jupiter Media
Metrix
, sebbene le vendite online di quest'anno siano cresciute rispetto allo stesso
periodo di rilevazione di un anno fa, il tasso di crescita sembra ormai essersi
stabilizzato.
Nella stagione natalizia in corso le vendite su Internet,
viaggi compresi, hanno fruttato 11,9 miliardi di dollari, l'11% in più rispetto
allo stesso periodo di un anno fa. Ma a ben guardare, nello stesso periodo di un
anno fa, la percentuale di crescita rispetto al 1999 aveva raggiunto il 54%
e un ancor più ragguardevole 125% nel '99 rispetto al 1998.
Le stime
Jupiter per quest'anno restano comunque in linea con quelle rese note da
Nielsen Net/Ratings, che per gli ultimi mesi di quest'anno
aveva previsto un incremento delle vendite su Internet del 10%.
Stando agli
analisti di mercato, parte del ridimensionamento nella crescita della spesa
online sarebbe frutto della crisi economica diffusa in tutto il mondo. Inoltre,
una notevole fetta d'utenti cita ancora la difficoltà di restituzione dei
prodotti acquistati via Internet come uno dei motivi principali della
propria riluttanza. Insomma il Web, per molti versi, resta ancora una vetrina per gli acquisti che vengono realizzati in un secondo tempo off line.
Ma a dispetto di tutto sono numerose le società di ricerca ottimiste
sull'argomento e-commerce. In linea con le previsioni di Jupiter,
Gartner ha infatti annunciato che solo nel Nord America le
vendite online di questa stagione raggiungeranno quota 11,86 miliardi di
dollari, per superare i 25 miliardi in tutto il mondo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here