Internet sicuro per i minori, invito 2009

Nell’ambito del programma comunitario Safer Internet 2009-2013 la Commissione europea sollecita la presentazione di progetti che siano volti a incrementare la sicurezza

Safer Internet 2009-2013 è il programma comunitario che ha come obiettivo la protezione dei bambini che usano internet e altre tecnologie di comunicazione.


La Commissione europea, attraverso il presente bando, sollecita la presentazione di progetti che siano volti a incrementare la sicurezza nell’utilizzo di internet e dei vari strumenti di comunicazione virtuale da parte degli adolescenti.


"Internet più sicuro" persegue quattro linee di azione:



  • la sensibilizzazione del pubblico;



  • la lotta contro i contenuti illeciti e i comportamenti dannosi o pericolosi in linea;



  • la promozione di un ambiente in linea più sicuro;



  • la creazione di una base di conoscenze.




BENEFICIARI
Organizzazioni, pubbliche o private, attive nel settore della sicurezza


ATTIVITÀ AGEVOLABILI
Progetti di creazione di centri "Safer Internet" in Europa, di un network europeo per il coordinamento di detti centri e di una rete tematica di livello europeo che unisca le organizzazioni attive nella difesa dei diritti dei minori


SPESE AMMISSIBILI
Quelle strettamente connesse alla tipologie di investimenti e nel rispetto delle regole comunitarie in materia


AGEVOLAZIONE Finanziamento a fondo perduto che può arrivare alla copertura totale delle spese ritenute ammissibili


PROCEDURA Le domande vanno presentate entro il 19 novembre 2009





Beneficiari


I beneficiari sono tutti i soggetti giuridici stabiliti negli Stati membri. È aperto inoltre alla partecipazione di tutti i soggetti giuridici stabiliti negli Stati Efta (Islanda, Principato del Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) che sono parti contraenti dell’accordo See (Norvegia, Islanda e Liechtenstein).


È aperto inoltre alla partecipazione di soggetti giuridici stabiliti in altri Stati dell’Ue a condizione che sia stato sottoscritto un accordo bilaterale.


Qualora siano selezionate a fini di finanziamento proposte presentate dai paesi citati, la convenzione di finanziamento viene firmata solo dopo che siano stati adottati i necessari provvedimenti affinché il paese in questione aderisca al programma mediante la firma di un accordo bilaterale.


Informazioni aggiornate sui paesi che partecipano al programma sono disponibili sul sito web dello stesso all’indirizzo: http://ec.europa.


eu/saferinternet.


I soggetti giuridici stabiliti in paesi terzi diversi da quelli indicati sopra e le organizzazioni internazionali possono partecipare a tutti i progetti a proprie spese.


I soggetti giuridici stabiliti in Russia possono partecipare solo all’azione 1.1 (centri “Internet più sicuro”) dell’invito a presentare proposte alle condizioni specificate nel programma di lavoro.


N SINTESI


Iniziative ammissibili


Si possono presentare proposte in relazione alle seguenti parti dell'invito.


Azioni 1 e 2: sensibilizzazione del pubblico e lotta ai contenuti illeciti e ai comportamenti pericolosi


Codice: 1.1 rete integrata: centri “Internet più sicuro” Il programma promuove la costituzione di centri “Internet più sicuro” in tutta Europa per coordinare le attività e riunire un insieme di soggetti interessati allo scopo di assicurare l'azione e facilitare il trasferimento di conoscenze.


Tutti i centri “Internet più sicuro” svolgeranno un’attività di sensibilizzazione rivolta a genitori, assistenti, insegnanti e minori in stretta cooperazione con tutti gli attori direttamente interessati a livello europeo, regionale e locale, affrontando i problemi connessi a contenuti considerati non adatti ai minori di età. Le azioni tengono conto anche di aspetti connessi come la tutela dei consumatori, la protezione dei dati, l’informazione e i problemi attinenti alla sicurezza della rete (virus/spam).


Infine, i centri “Internet più sicuro” devono prevedere:



  • hotlines dove il pubblico può denunciare i contenuti illeciti;



  • helplines dove genitori e minori possono essere consigliati su come reagire a contatti (“grooming” o adescamento in linea) o a comportamenti pericolosi (bullismo in linea), a contenuti dannosi e a esperienze sgradevoli o che possono spaventare, conseguenti all’uso di tecnologie on-line.


Codice: 1.2 rete integrata: coordinamento europeo dei centri “Internet più sicuro” Al fine di assicurare la massima cooperazione ed efficacia alle azioni in materia di sensibilizzazione, hotlines e helplines in tutta Europa, l'invito per il 2009 prevede anche un coordinatore di rete con il compito di offrire un supporto logistico e infrastrutturale per i centri "Internet più sicuro", garantendo visibilità a livello europeo, comunicazione efficace e scambio di esperienze in modo che le conoscenze acquisite possano essere applicate su base permanente.


Oltre ai compiti specifici di coordinamento di ogni componente, il coordinatore di rete deve:



  • mettere a disposizione un unico portale web completo, in grado di offrire visibilità alle attività di sensibilizzazione, a helplines e hotlines, dotato di una collezione di informazioni pertinenti e risorse con contenuto come servizi informativi, articoli, newsletter mensile;



  • diffondere statistiche e informazioni relative alle attività di sensibilizzazione, helplines e hotlines e risultati della rete in tutta Europa;



  • sviluppare una struttura di governance per la rete;



  • coordinare a livello europeo le attività delle commissioni per la gioventù dei centri “Internet più sicuro” e organizzare una riunione pan-europea dei membri delle suddette commissioni;



  • coordinare l’organizzazione di incontri regionali attraverso i centri “Internet più sicuro”.


L’attività di coordinamento complessivo e i compiti specifici di coordinamento sono previsti in un’unica convenzione di finanziamento.


Può essere presentata una proposta congiunta da parte di non più di tre organizzazioni diverse.




DIFFICOLTÀ


La redazione della domanda di finanziamento è abbastanza complessa: si ritiene pertanto opportuno essere supportati da un esperto in finanza agevolata europea


TEMPI


La valutazione avrà luogo entro due mesi dal termine ultimo per la presentazione delle proposte


COSTI


I costi per la redazione della domanda sono in relazione alla complessità e tipologia di investimento che si intende realizzare


PROBABILITÀ


L'impegno finanziario per l'annualità 2009 è di 10 milioni di euro dando così opportunità a diversi progetti di essere finanziati


NORMATIVA


Decisione (Ce) 16.12.2008, n.


1351, (Guue 24 dicembre 2008, n. L 348)


Invito 11 giugno 2009, (Guue 11


giugno 2009, n. C132)


MODULISTICA E


INFORMAZIONI


Commissione europea Direzione generale Società dell'informazione e media - Safer Internet Eufo 1195 - Rue Alcide de Gasperi 2920 Luxembourg email: saferinternet@ec.europa.eu Fax +35 2430134079 http://ec.europa.eu/saferinternet SCHEDA DI VALUTAZIONE IN DETTAGLIO




Azione 3: promozione di un ambiente in linea più sicuro


Codice: 3.1 - Reti tematiche:


rete di Ong per la protezione dei minori su internet Il Programma invita a presentare proposte per costituire una rete tematica di organizzazioni europee non governative che rappresentano i diritti e il benessere dei minori per sviluppare un'impostazione concertata condividendo esperienze e migliori pratiche e sviluppando strategie comuni, per garantire che si tenga conto delle esigenze dei minori nelle discussioni su internet e i nuovi media in Europa, nonché nelle pertinenti sedi internazionali.


Azione 4: creazione di una base di conoscenze


Codice: 4.1 - Progetto per il potenziamento delle conoscenze: vittimizzazione dei minori in linea Si invita a presentare proposte per un progetto di potenziamento delle conoscenze diretto ad accrescere la conoscenza del fenomeno degli abusi sessuali dei minori in linea, in particolare l'adescamento in linea, vale a dire il processo con il quale un adulto adesca in linea un minore con l'intento di abusarne sessualmente.


Il progetto deve concentrarsi sul fenomeno della vittimizzazione dei minori in linea: individuazione dei gruppi più vulnerabili di minori che diventano obiettivo di abusi in linea, impatto psico-sociale sui minori vittime di abusi in linea, possibilità di accedere a materiale potenzialmente pericoloso in linea (ad esempio materiale a contenuto sessuale e/o violento) al subire abusi veri e propri.


Il progetto deve individuare le differenze comportamentali nell’uso di internet tra gruppi di età e generi; la relazione tra la sessualità dei giovani e l’adescamento in linea; descrivere il comportamento nella presa di rischi in linea da parte dei diversi gruppi di minori.



Agevolazioni previste


Il finanziamento concesso sotto forma di contributo a fondo perduto, è erogato in differenti entità in relazione alle spese ritenute ammissibili.



























Azione



Agevolazione



Codice 1.1 Rete integrata - Centri "Internet più sicuro"



Il finanziamento copre il 50 % dei costi ammissibili (che può arrivare al 75 % per gli enti pubblici, le Pmi e le organizzazioni senza scopo di lucro)



Codice 1.2 Rete integrata - Coordinamento europeo dei centri "internet più sicuro"



Il finanziamento copre il 100 % dei costi ammissibili diretti ma esclude i costi indiretti (spese generali)



Codice 3.1 Reti tematiche - Rete di Ong per la protezione dei minori su internet



Il finanziamento copre il 100 % di un numero ridotto di costi ammissibili (costi diretti di coordinamento e attuazione della rete) per le reti tematiche



Codice 4.1 Progetto per il potenziamento delle conoscenze - Vittimizzazione dei minori in linea



I progetti per il potenziamento delle conoscenze sono finanziati al 100 % dei costi ammissibili diretti ma escludendo i costi indiretti (spese generali)





I criteri di selezione devono garantire che i candidati abbiano le risorse sufficienti per cofinanziare il progetto nonché delle competenze e delle qualifiche professionali necessarie per eseguire in modo adeguato il lavoro previsto.



Procedura


Si possono presentare proposte riguardanti unicamente le parti dell’invito che figurano nel testo che segue. I proponenti che intendono presentare proposte concernenti più parti dell’invito devono presentare proposte separate per ogni parte.


Le proposte devono essere preparate utilizzando i moduli allegati alla guida del proponente e inviate alla commissione su supporto cartaceo in un originale e cinque copie, assieme a una copia elettronica su cd-rom, al seguente indirizzo:




Commissione europea


Direzione generale Società


dell’informazione e media


Safer Internet


Edificio Eufo 1194


Rue Alcide de Gasperi


2920 Luxembourg




Termine ultimo per la ricezione di tutte le proposte: ore 17.00 del 19 novembre 2009.


Dopo la valutazione delle proposte, sarà stilato un elenco delle proposte da finanziare. Questo elenco può essere corredato da un elenco di riserva di proposte di qualità sufficiente, che saranno finanziate se saranno disponibili stanziamenti di bilancio.



(per maggiori approfondimenti vedi Finanziamenti e credito, Novecento Media)



Misura del contributo

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here