Intel rinnova gli Xeon per contrastare meglio Sun

La società ha rilasciato tre nuovi processori con frequenza sno a 2 GHz e dotato di 2 MB di cache di terzo livello. Questi chip sono destinati al mercato dei server a quattro e otto Cpu

5 novembre 2002 Intel vuole sbaragliare tutti i
concorrenti sul versante dei server. Per questo ha spinto decisamente
sull'acceleratore e ha messo in commercio tre nuovi processori Xeon destinati
all'impiego in macchine in configurazioni da quattro od otto Cpu, in sostanza
sul terreno dove più aspra è la competizione con Sun. Già conosciuti con il nome
in codice di Gallatin, i nuovi processori raggiungono una velocità di clock di 2
GHz e integrano 2 MB di cache di terzo livello. Tali caratteristiche, assicurano
in Intel, permettono ai nuovi chip di offrire performance superiori di un minimo
del 20% sino a un massimo del 38% rispetto ai propri predecessori. Questo perché
la cache ha una grande influenza sulle prestazioni.
Tra i primi costruttori a
dare notizia dell'intenzione di adottare i nuovi processori sulle proprie
macchine troviamo Dell, Hewlett-Packard e Ibm. E questa implementazione dovrebbe
avvenire entro breve perché, sempre secondo quanto sostengono in Intel, i chip
non richiedono un grosso lavoro di reingegnerizazione e hanno il medesimo prezzo
dei modelli precedenti.


 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here