“Intel presenta “”Covington””, chip per pc sotto i 1.000 dollari”

“Al recente Developers Forum Intel, il ceo Andy Grove ha tolto il velo al processore “”a basso costo””, destinato ad animare la prossima generazione di pc economici.”

In codice si chiama Covington ed è il Pentium II concepito e nato per
quella fetta del mercato aziendale che è perennemente alla ricerca del
miglior costo di acquisto dei sistemi. Il nuovo processore, che Intel
rilascerà ufficialmente ad aprile e che il ceo della società, Andy Grove
,
ha provveduto a presentare martedì scorso durante il Developers Forum di
San Francisco, sarà infatti destinato a quei produttori che insistono sul
concetto del pc da mille dollari, o anche meno, altrimenti chiamato "basic
computer". Un pc ridotto all'osso, quindi, ma solo in termini di fronzoli,
non certo di componentistica. Anima di un sistema che possa costare sui
mille dollari, infatti, secondo Grove sarà un processore, come Covington,
capace di contribuire alla causa con un'architettura identica a quella del
Pentium II, ma con un package più contenuto, che poi significa, per Intel,
e indirettamente per i vendor, meno costi.
Covington, comunque, sarà consegnato con un form factor "tradizionale",
ovvero un package Single Edge che si inserisce nello Slot 1, ma che,
proprio per tagliare i costi, sarà privo di cache di secondo livello. La
scheda madre che lo ospiterà, oltretutto, consetirà agli Oem di consegui
re
risparmi sotto il profilo dell'implementazione generale. Sarà, infatti,
basata sul modello At e potrà utilizzare i già esistenti chassis Atx.
Consistenti risparmi vengono promessi da Intel anche sul fronte
dell'alimentazione. E non va dimenticato il chipset. Quello dei pc da mille
dollari con Covington, il 440Ex, dovrebbe essere una versione ridotta, ma
parimenti funzionale, del 440Lx. La riduzione di funzioni si concretizzerà
nel mancato supporto del doppio processore, di un limite di memoria Ram di
256 Mb, di tipo Ecc, e di un massimo di tre slot Pci supportati. Del resto,
i pc da mille dollari che Intel, insieme alla comunità degli hardware
vendor intende promuovere, non si spingono molto in là in fatto di
espandibilità. I futuri basic pc dovrebbero, nei fatti, ripercorrere la
strada tracciata, e comunque non abbandonata, dai NetPc.
Con l'annuncio dell'altroieri Intel raggiunge un doppio scopo. Da un lato
contribuisce, con una sostanziosa partercipazione in termini di tecnologia,
al problema ormai annoso della costruzione di un pc da mille dollari o
anche meno. Dall'altro inganna con un elemento di indubbio interesse
l'attesa del primo processore Pentium II Deschutes con lo Slot 2, a questo
punto da attendersi per la metà dell'anno, ovvero di quel chip che
consentirà a desktop, workstation e server di fascia alta, di fare un
congruo salto di qualità sul piano della scalabilità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here