L’infrastruttura invisibile che fa fare bene il cloud

Durante l’ultima Next Conference, evento annuale dedicato al mondo dell’enterprise cloud, Nutanix ha annunciato novità tecnologiche che evolvono ulteriormente l’offerta dell’azienda in ottica multi-cloud grazie alla disponibilità di innovative soluzioni SaaS, Iaas e PaaS.

L’intenzione della società è risolvere l’eterno paradosso del multi cloud, ossia rendere l’infrastruttura invisibile per far sì che applicazioni, sicurezza, servizi e persone diventino visibili, contribuendo concretamente all’esercizio di impresa.

Gli obiettivi sono ambiziosi e l’azienda ha dichiarato di voler arrivare a 3 miliardi di dollari entro il 2021, un traguardo notevole per un’azienda software.

Christian Turcati, System Engineer Manager di Nutanix

Parliamo del posizionamento di Nutanix nel contesto IT complessivo con Christian Turcati, System Engineer Manager di Nutanix Italia.

Il tema mainstream in campo IT aziendale sta diventando l’automation. Quali sono i determinanti?

Il dipartimento IT è sempre stato in continua evoluzione ed oggi sta incontrando nuove sfide. L’IT che conosciamo da decadi sta radicalmente cambiando: il compito primario dell’IT non è più essere di supporto al business ma essere di abilitazione ad un business più agile che chiede di adattarsi velocemente a nuovi mercati e di offrire nuovi servizi il più vicino possibile ai propri clienti.

Come l’IT può rispondere a queste necessità?

Dotandosi di una Infrastruttura agile, flessibile, invisibile. Introducendo ed ottimizzano servizi di automazione ed orchestrazione. Valutando partner tecnologici che possano essere di supporto con servizi e gestione di ambienti multi-cloud. Nutanix ha dimostrato al mercato di avere una chiara visione di come dovrebbe essere l’IT ideale di una azienda che vuole appieno rendersi competitiva sul mercato.

La nostra piattaforma Enterprise Cloud offre esattamente quanto è richiesto: una infrastruttura invisibile che si basa sulla filosofia One-Click: la gestione di un ambiente complesso e sofisticato diventa semplice ed intuitiva; sistemi di automazione ed orchestrazione sia a livello infrastrutturale che a livello delle applicazioni; gestione e abilitazione di ambienti e sistemi multi-cloud.

Nutanix Calm

Ad esempio Calm, che è parte della piattaforma Nutanix Enterprise Cloud, offre funzionalità di automazione delle applicazioni e lifecycle management sia on-premise che per il cloud pubblico. Calm è in grado di orchestrare il provisioning e la gestione di applicazioni distribuite in diversi ambienti rendendo l’infrastruttura ancora più agile ed application centrica. Calm permette ai team del dipartimento IT di offrire servizi ed applicazioni più velocemente in modalità self-service.

Complemento a uno dell’automation è la gestione del multi cloud. Come possono procedere le aziende fattivamente?

Sempre nell’ottica che l’IT debba essere guidato dalle necessità del business, diventa necessario che le infrastrutture digitali escano dalle logiche attuali e datacenter centriche e sposino topologie di scala globale: i servizi di business ed i workload non devono solo essere resi attivi rapidamente ma devono essere disponibili nelle giuste località ed al giusto costo. I servizi che l’IT offre e gestisce in supporto al business non possono avere limitazioni dovute alla posizione fisica del datacenter, ma devono essere distribuiti e cliente centrica: una infrastruttura digitale distribuita permette di offrire servizi al business in qualsiasi luogo e sempre.

Far evolvere il proprio IT da un modello tradizionale ad un sistema distribuito non è affatto semplice. Il rischio di aumentare in modo esponenziale la complessità è alto. È necessario, quindi, un piano di formazione interna dello staff, che deve disporre sia di competenze verticali che di versatilità, e disporre di partner che abbiano già guidato altri clienti verso questa trasformazione.

Nutanix, con la sua missione di rendere l’infrastruttura IT invisibile, è partita dal rendere l’infrastruttura on-premise invisibile, successivamente si è concentrata con il rendere l’Hypervisor una commodity ed ora l’attenzione è rendere il cloud invisibile. In aggiunta alle funzionalità di Calm per automazione delle applicazioni ed il lifecycle management sia on-premise che multi-cloud, Nutanix ha recentemente reso disponibile Beam.

Nutanix Beam

Beam é un servizio di ottimizzazione multi-cloud ed è parte della piattaforma Enterprise Cloud di Nutanix. Beam offre una vista completa ed un ricco sistema di analitics per gestire e tenere sotto controllo i consumi e, quindi, i costi degli ambienti multi-cloud e offre indicazioni di ottimizzazione dei costi del cloud. Nutanix Beam identifica i servizi sottoutilizzati, o non utilizzati, e fornisce indicazioni per migliorare l’efficienza e ridurre i costi dei servizi cloud.

La gestione della sicurezza e della compliance di sistemi multi-cloud può essere estremamente complessa e costosa. Nutanix Beam viene in supporto anche a queste esigenze offrendo report dettagliati dello stato di compliance e delle vulnerabilità di sicurezza del cloud in tempo reale in modo da poter agire prima che le eventuali problematiche possa impattare in business

PaaS e database, che rapporto c’è, come si gestisce?

Una delle più interessanti offerte del cloud sono i servizi PaaS che rappresentano una delle chiavi per implementare con successo la trasformazione digitale. Il PaaS è l'elemento perfetto per avere l’agilità richiesta alle aziende al fine di offrire e rendere disponibile nuovi servizi ed applicazioni in tempi rapidi. Ma come le aziende che non possono o non vogliono utilizzare i servizi PaaS offerti dai cloud pubblici possono ottenere la stessa agilità on-premise?

Nutanix Era

Nutanix estenderà il proprio stack di Enterprise Cloud per includere servizi di enterprise PaaS o platform service: Nutanix Era. Una delle attività che consuma più risorse del team IT è la creazione e il lifecycle management dei database. Nutanix Era ridurrà il tempo di implementazione e configurazione di istanze di database da ore a minuti facendo diventare la gestione dei database un servizio integrato. Le operation dei database potranno essere automatizzate e ottimizzate e gli amministratori di database potranno concentrasti su attività più vicine al business

Quali sono le attività che Era semplificherà?

Il One-click clone/refresh: Era potrà ridurre i costi di Opex con funzionalità di one-click clone e restore dei database e renderà automatici i processi di clone e restore di database eliminando la complessità e riducendo il tempo di esecuzione di questi processi

E poi il One-click time machine: Era sarà in grado di creare delle snapshot space-efficient e quindi con basso costo di Capex, facendo leva sulle efficienti snapshot Nutanix, e permetterà ai database di essere clonati o ripristinati in qualsiasi specifico point-in-time fino all’ultima transazione Era offrirà ai team IT la semplicità one-click per le operazioni di provisioning e lifecycle management dei database.

Software-Defined Networking: come lo si contestualizza in azienda, anche a livello di sicurezza?

Altro tema molto caldo nella trasformazione digitale. Non è possibile avere un’infrastruttura agile e flessibile senza un networking agile e flessibile. Ed è altrettanto complesso avere sistemi IT distribuiti senza un Software-Defined Networking. E come spesso si sente dire ‘La sicurezza non è mai troppa’ anche il Software-Defined Networking deve avere come priorità la sicurezza senza possibilmente aumentale la rigidità e la complessità.

Per venire in aiuto alle aziende che stanno iniziando o hanno già implementato soluzioni di Software-Defined Networking Nutanix ha reso disponibile Nutanix Flow, che semplifica la gestione del network e delle policy con particolare attenzione alle applicazioni, consentendo di governare gli ambienti e le applicazioni indipendentemente dall'infrastruttura fisica.

Nutanix Flow

Nutanix Flow fornisce servizi avanzati di networking e security offrendo alle aziende sia visibilità che un controllo granulare della sicurezza delle applicazioni. Nutanix fornisce funzionalità aggiuntive abilitando soluzioni e prodotti di  virtual networking integrate di altri fornitori. Flow è parte dello stack Enterprise Cloud di Nutanix ed è strettamente integrato con Calm, Prism (Nutanix end-to-end management solution per datacenter virtualizzati) e AHV Virtualization (Nutanix Nutanix AHV è un soluzione di virtualizzazione license-free integrata nella Nutanix Enterprise Cloud Platform).

Per la sicurezza Nutanix Flow fornisce funzionalità come visualizzazione delle performance e dello stato di salute del network per una diagnostica migliore ed un troubleshooting veloce, automazione per la configurazione e l’attivazione di policy di dispositivi di network esterni, micro-segmentation per l’attivazione di policy sicurezza a livello delle applicazioni. Flow fornisce un servizio di firewalling per il traffico tra i diversi servizi applicativi, spesso denominato traffico est-ovest. Le policy di sicurezza del flusso di networking garantiscono che solo il traffico sicuro sia consentito tra ogni macchina virtuale dell'ambiente. Ciò evita che la minaccia o la compromissione di un'applicazione o di un servizio possa essere utilizzato per lanciare attacchi su altre applicazioni nello stesso ambiente.

Come e dove si colloca Nutanix sullo scenario IT e cloud nazionale? Che ruolo e che obiettivi si dà?

Nutanix Italia si propone come partner per tutte le aziende che vogliono intraprendere, o che hanno già iniziato, il percorso verso una infrastruttura digitale distribuita portando la propria expertice e il proprio eccellente supporto.

Grazie alle soluzioni offerte, Nutanix può portare semplicità nella  gestione dell'infrastruttura IT sia on-promise che multi-cloud, implementare una infrastruttura cloud che sia di beneficio al business e non un ostacolo, rendere il cloud invisibile: sia pubblico che privato.

Combinare l'agilità e la semplicità del cloud pubblico con la sicurezza e il controllo di cui si ha bisogno in un cloud privato non è una sfida facile. La missione di Nutanix è rendere i confini tra cloud privati, pubblici o distribuiti invisibili combinando una ingegnerizzazione web-scale con una gestione semplice ed intuitiva per qualsiasi carico di lavoro ed in ambienti multi-cloud.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here