Informix sulla strada del recupero

Il recupero di Informix procede a un ritmo superiore a quello previsto dagli analisti finanziari, anche se ancora non può dirsi completato. La sintesi si può ricavare dai dati del quarto trimestre, appena divulgati, che indicano un aument …

Il recupero di Informix procede a un ritmo superiore a quello previsto
dagli analisti finanziari, anche se ancora non può dirsi completato. La
sintesi si può ricavare dai dati del quarto trimestre, appena divulgati,
che indicano un aumento del fatturato del 18% (214,6 milioni di dollari),
rispetto a un anno fa, mentre il profitti netti, escludendo la somma di 2,6
milioni di dollari dovuta all'acquisizione di Red Brick, hanno raggiunto la
cifra di 25,5 milioni di dollari, con un incremento dell'11,35% in rapporto
a dodici mesi orsono.
Il nuovo direttore finanziario, Howard Bain, ha sottolineato i notevoli
progressi realizzati da Informix, ma ha anche riconosciuto che "rimane
molto lavoro da fare, in direzione della crescita della "top line" e del
controllo delle spese. La concorrenza di Microsoft e Oracle resta un
fattore di rischio e anche l'acquisizione di Red Brick potrebbe
ripercuotersi sui risultati futuri"
.
In ogni caso, le vendite sono cresciute soprattutto nel Nordamerica (+
33%), mentre l'Europa si è fermata a un'ascesa del 9%, meno anche di quant
o
registrato in America Latina (+10%). Sono stati i servizi a spingere di
più, con un aumento del 27%, comparato a quello del 12% nelle licenze. Una
possibile inversione di tendenza si potrebbe avere nel corso di quest'anno,
nel quale Informix ha in previsione di rilasciare molti nuovi prodotti, ivi
inclusa la famiglia di tool di sviluppo Dynamici 4Gl per Dynamic Server,
per costruire applicazioni Web e Java-based. Nella seconda metà dell'anno
è
previsto anche un nuovo aggiornamento del data warehousing di marchio Red
Brick. La società sta anche cercando di potenziare la struttura del canale
e lancerà un programma "global partner" nella seconda parte dell'anno, per
incentivare rivenditori e distributori a vendere a "livello internazionale".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here