Infoklix, continuità nella progettazione

Come l’eccellenza nelle competenze serve a chi in Italia vuole creare valore.

L'attività di Infoklix oggi si esprime nel segno della continuità sul Cad. «È la nostra eccellenza», rileva il Presidente della società, Paolo Boselli, a capo di una realtà nazionale di una quarantina di persone che ha fatto della specializzazione sulle competenze per la progettazione assistita il proprio core business.

La propria rilevanza Infoklix la esprime dunque su un mercato, come quello della progettazione, dove secondo il manager c'è più continuità rispetto a quello dei sistemi.

Certo, è anche questo un mercato che oggi si connota “a macchia di leopardo”, ricalcando le discontinuità territoriali che caratterizzano l'intera economia nazionale.

Ma con servizi, trasmissione di conoscenza e formazione, l'attività della società guidata da Boselli vuol parlare la lingua della costruzione del valore nella gestione dei dati. Un cammino che parte dal Cad e arriva a componenti come il Plm.

Indicazioni arrivano anche da Giampietro Paraboni, Direttore commerciale di Infoklix, riguardo l'attenzione che le aziende italiane stanno avendo nei confronti delle soluzioni di progettazione.

La società è partner certificato Autodesk, anche per la formazione. Opera principalmente su tre mercati, architettonico, meccanico e geospaziale, tramite tre sedi (in Lombardia, Piemonte e Marche) e ha utenti che si possono riassumere come Pmi (per le soluzioni manifatturiere), professionisti (per quelle architettoniche) e della Pubblica amministrazione (per il Gis).

In questo modo Infoklix movimenta 2.500 clienti l'anno.

Paraboni rileva che è in atto «una certa effervescenza del mercato, specie sui fronti architettonico e del Gis». Nel settore manifatturiero, nonostante la crisi, si percepisce che comunque esiste l'interesse delle aziende nella formazione e in nuove soluzioni. A marzo, spiega il manager, le azioni su un prodotto di Pdm, come Autodesk Vault, hanno dato risultati immediati: «i partecipanti alle attività di conoscenza e approfondimento sono stati di più che in passato».

E poi c'è la formazione: «è alta la partecipazione degli utenti. Segno che il mercato è aperto alle novità. L'interesse è per un utilizzo di qualità delle soluzioni».

In sostanza, rileva Paraboni, si riconosce a Infoklix il valore della specializzazione. Nel Cad, dice il manager, gli operatori che hanno investito e investono sulle competenze, vengono subito riconosciuti dal mercato come portatori di sostanza e di soluzioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here