In arrivo l’object transaction monitor di Bea basato su Corba

Dopo una lunga attesa, è finalmente stato annunciato da Bea Systems il prossimo rilascio dell’object transaction monitor basato sullo standard Corba. Il nuovo software, la cui disponibilità è prevista per la fine di luglio, si avva …

Dopo una lunga attesa, è finalmente stato annunciato da Bea Systems il
prossimo rilascio dell'object transaction monitor basato sullo standard
Corba. Il nuovo software, la cui disponibilità è prevista per la fine di
luglio, si avvarrà dello stesso motore dei sistemi Tuxedo di fascia alta
dell'azienda e promette un alto livello di scalabilità, oltre a prestazion
i
di classe aziendale.
Il sistema M3, precedentemente noto con il nome in codice di Iceberg,
supporta l'architettura Common Object Request Broker Architecture per C++ e
per le applicazioni basate su Java. Quanto al sistema Com promosso da
Microsoft, il supporto sarà assicurato da un bridge fornito dalla societ
à
canadese Visual Software. Una versione beta del prodotto, che supporta gli
Enterprise JavaBeans, è prevista per quest'autunno.
Nel corso dei due anni di sviluppo necessari alla realizzazione del
prodotto, Bea è riuscita a integrare il paradigma a oggetti all'interno
della propria infrastruttura Tuxedo. M3 si appresta dunque a diventare un
prodotto di message broker il grado di assicurare il supporto per gli
ambienti transazionali e a oggetti.
M3 utilizza un gateway Internet Inter-Orb Protocol (Iiop), ovvero una
tecnologia particolare che consente di inoltrare al server le richieste
dei client.
Il sistema, che girerà sotto Unix e Windows Nt, sarà venduto negli Stati
Uniti al prezzo di 395 dollari per utente. Il kit dedicato agli
sviluppatori costerà invece 2.495 dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here