Il test del Pentium 4 Extreme Edition

La cache di terzo livello a 2 MB dà un certo vantaggio in termini di prestazioni, a fronte però di un prezzo stratosferico

gennaio 2004 Intel ha aggiunto un altro modello alla sua famiglia di
Pentium 4, il Pentium 4 Extreme Edition da 3,2 GHz. Quali sono le novità
di questa nuova versione rispetto a un Pentium 4?

La più importante è l'introduzione di una cache di terzo
livello da 2 MB, funzionante alla stessa frequenza operativa del processore,
in aggiunta alla cache di secondo livello da 512 KB.

La cache del processore è una memoria ad alta velocità che serve
a rifornire rapidamente di istruzioni e dati le unità di calcolo all'interno
della CPU. è integrata nella CPU stessa e si presenta solitamente in
due livelli: L1, che funziona alla velocità del processore, ed L2, più
lenta ma più capiente, che fa da tramite tra cache L1 e memoria esterna.

Quando il dato non è in cache, il processore rimane inattivo per numerosi
cicli nell'attesa che arrivi dalla RAM, a meno che esista un ulteriore
livello di cache ancora più lenta e ancora più grande che possa
contenere gran parte delle informazioni in uso, cioè la cache L3.

Nel caso del Pentium 4 l'aggiunta di una cache L3 di 2 MB ha fatto balzare
il numero dei transistor dai 55 milioni dell'originale a 178 milioni.
Ciò comporta un aumento della dimensione del circuito di silicio e quindi
dei costi di produzione. Il prezzo medio della CPU di Intel è di 920
euro. Quasi il doppio del Pentium 4.

C'è anche un vincolo tecnico: il calore sviluppato dovuto al maggior
numero di componenti all'interno richiede una modifica del sistema di
dissipazione termica della CPU. Per quanto riguarda la compatibilità
con le schede madri, il Pentium 4 EE può essere installato sulle classiche
motherboard per P4 (in alcuni casi è necessario aggiornare il BIOS).

La repentina apparizione del P4 EE ha il sapore di mossa di marketing per colmare
del ritardo e allo stesso tempo contrastare l'Athlon FX di AMD che ha
ricevuto buoni consensi dalla stampa tecnica. Intel non ha reso noto se ci saranno
altre versioni del P4 EE con frequenze di funzionamento diverse (si vocifera
di un 3,4 GHz a gennaio), probabilmente aspetta di vedere la risposta del pubblico.

L'effetto benefico della cache L3 da 2 MB è visibile nei risultati
dei test. Nell'esecuzione del SYSmark 2002 il P4EE ottiene 26 punti in
più, una differenza di circa l'8 per cento. Qualcosa di meno, il
7 per cento, nel test grafico 3Dmark 2001 SE. Più del 13 per cento la
differenza nell'esecuzione di Comanche 4, un gioco le cui prestazioni
dipendono marcatamente dalla potenza di calcolo della CPU.

Il giudizio sul Pentium 4 EE è positivo, almeno per quanto riguarda
le prestazioni. Ma ci chiediamo quanti utenti siano disposti a spendere il 50
per cento in più rispetto a un P4 per avere un incremento nelle prestazioni
compreso tra il 7 e 13 per cento.

Più interessanti saranno i primi mesi del prossimo anno quando vedrà
la luce Prescott, il cui arrivo sul mercato era previsto per la fine del 2003,
in seguito spostato al primo quadrimestre del 2004 sembra per problemi di dissipazione
termica.

Prescott dovrebbe avere una cache L1 di 16 KB, una L2 di 1.024 KB e un processo
di costruzione a 0,09 micron. Il raddoppio della cache L1 ed L2, in particolare
la L1, comporta benefici maggiori rispetto alla presenza di una cache L3, e
complessità minori del chip. L'attuale P4 monta rispettivamente
8 KB, 512 KB e 0,13 micron. Altre diversità rispetto al P4 sono l'aggiunta
di 13 nuove istruzioni multimediali e miglioramenti nella tecnologia Hyperthreading
e nell'architettura.

Caratteristiche tecniche
Produttore: Intel
Modello: Pentium 4 Extreme Edition
Tecnologia: 32 bit
Frequenza funzionamento: 3,2 GHz
FSB: 800 MHz
N° transistor: 178 milioni
Processo costruzione: 0,13 micron
Cache L1: 8 KB + 12K mOPs
Cache L2: 512 KB
Cache L3: 2 MB
Controller memoria: Dual channel DDR
Istruzioni multimediali: SSE2
Hyperthreading: sì

Prezzo
920 euro (IVA compresa)

I RISULTATI DEI BENCHMARK

 

Pentium 4 Extreme Edition

Pentium 4

Prezzo
euro (IVA c.)

920

480

Frequenza
operativa

3,2
GHz

3,2
GHz

Socket

478

478

FSB

800
MHz

800
MHz


transistor

178
milioni

55
milioni

Processo
costruzione

0,13
micron

0,13
micron

Cache
L1

8
KB + 12K mOPs

8
KB + 12K mOPs

Cache
L2

512
KB

512
KB

Cache
L3

2
MB

no

Controller
memoria

Dual
channel DDR

Dual
channel DDR

Istruzioni
multimediali

SSE2

SSE2

Hyperthreading

Test

   

SYSmark
2002 totale

342

316

SYSmark
2002 Internet

449

428

SYSmark
2002 Office

261

234

3DMark
2001 SE

20.000

18.690

3DMark
2003 CPU

819

726

3DMark
2003 CPU test 1

94
fps

78,8
fps

3DMark
2003 CPU test 2

14,1
fps

13,3
fps

Comanche
4

68,58
fps

60,22
fps

Wolfenstein
3D

185
fps

166
fps

Codifica

137
sec

136
sec

PCMark
2002 CPU

7.800

7.999

PCMark
2002 Memoria

13.960

9.722

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here