Il successo dell’IoT? Questione di collaboration

Samsung_BK_Yoon_Ceo_PresidentMaggiore collaborazione e apertura tra tutte le aziende. Le ha chieste BK Yoon, presidente e Ceo di Samsung Electronics, per accedere alle infinite possibilità dell’Internet of Things e inaugurare una nuova era di sviluppo tecnologico.

Poche ombre e molta chiarezza nel discorso tenuto al Ces di Las Vegas, che terminerà domani.
L’Internet delle cose ha il potenziale per cambiare la nostra società, la nostra economia e la vita di tutti i giorni” ha spiegato il numero uno del colosso della consumer electronics sottolineando come sia “di tutti il compito di unire gli sforzi per trasformarne le promesse in realtà”.

Samsung per prima, che con oltre 100 milioni di dollari messi sul piatto per il 2015 in corso, potenzierà il proprio team di sviluppatori, mentre una roadmap è già pronta all’uso, se è vero che, entro il 2017, tutti i dispositivi Tv che verranno prodotti da Samsung avranno l’accesso a Internet e che, entro i prossimi cinque anni, tutto il sistema hardware dell’azienda sarà in grado di supportare l’Internet of Things, al fine di accelerarne ulteriormente la diffusione.

Non solo.

Pensati per essere in grado di capire l’evoluzione dell’ambiente circostante, i sensori diventeranno ancora più avanzati e precisi e i componenti chiave dei vari dispositivi saranno sempre più compatti e ad alta efficienza energetica.
Anche per questo, ha annunciato BK Yoon, Samsung sta lavorando allo sviluppo di una nuova gamma di sensori tridimensionali in grado di rilevare anche i più piccoli movimenti, e al potenziamento di speciali chip, che saranno integrati principalmente su dispositivi mobili e indossabili.

In tutto ciò, quella che non può mancare è una visione “aperta” dell’Internet of Things finalizzata a realizzare un’infrastruttura sempre più connessa e vicina ai bisogni delle persone.

Ma per raggiungere degli obiettivi comuni di sviluppo tecnologico diventa fondamentale che le aziende collaborino tra di loro, costruendo insieme le infrastrutture necessarie a sviluppare servizi su misura per gli utenti.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here