Il sito Internet dell’Inps si rinnova per essere più vicino al cittadino

Rinnovato nella grafica, nei contenuti e nella fruibilità, il nuovo portale si inserisce in un percorso già da tempo avviato dall’Istituto e volto a rendere sempre più “telematici” i suoi servizi. Molti di questi, dal prossimo anno, si sposteranno gradualmente solo online.

Da oggi,
9 novembre 2010, il sito internet dell'Inps ha un aspetto del tutto nuovo, è stato arricchito di contenuti ed è più facile da usare. La
nuova veste del portale è stata infatti studiata per cercare di soddisfare le esigenze di un
pubblico sempre più vasto, che mediamente fa registrare circa 350 mila contatti
giornalieri, con punte che sfiorano le 500 mila visite quotidiane.

Tra le principali
novità che ci si troverà di fronte collegandosi al sito c'è da segnalare l'area Inps Facile, il nuovo menu progettato per semplificare la ricerca delle
notizie dei bandi, dei messaggi delle circolari e dei moduli presenti sul sito.
E in questa area, i cittadini troveranno anche la sezione “Come
fare per
”, in cui otterranno tutte le informazioni relative ad alcuni degli argomenti
di maggior interesse. Immediatamente disponibili saranno le notizie e i
servizi correlati riguardanti i buoni lavoro, il riscatto della laurea, il versamento
dei contributi volontari
e la gestione dei rapporti di lavoro domestico,
cui si aggiungeranno nel corso del tempo i temi che scaturiranno anche
dai suggerimenti dei cittadini.

Il
portale web si presenta rinnovato anche nelle sezioni relative ai servizi e sarà
più semplice per gli utenti gestire da casa le proprie pratiche, effettuare i pagamenti
ed avere le informazioni necessarie. Anche l'interattività è un altro obiettivo
della nuova versione del sito. I cittadini avranno infatti la possibilità di esprimere
online una valutazione del servizio
che trovano
e di suggerire temi o informazioni che richiedono più dettaglio e semplificazione.

Il
rinnovo del sito si inserisce in un percorso già da tempo avviato dall'Istituto verso
una sempre maggiore telematizzazione dei servizi. Già oggi molte attività
sono fruibili via web e, da gennaio 2011, una ventina di domande per prestazioni
diverse saranno formulabili solo on-line. Nel 2011 altri servizi saranno
resi solo online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here