Il ruolo dell’head hunting nell’era Internet secondo Click4Talent

Mercato del lavoro - Da Linea Edp n. 17/2003 –

Unendo tecnologie di ultima generazione alle più tradizionali metodologie di selezione, la società è riuscita a imporsi sul mercato della ricerca di personale, grazie anche a una strategia di acquisizioni.

 


Nell’ambito della ricerca e della selezione del personale, la Rete ha indubbiamente potenziato metodi e criteri di screening grazie all’utilizzo di architetture di ricerca informatizzate e software sempre più sofisticati. In questo modo, le aziende possono individuare e assumere personale qualificato, riducendo drasticamente i costi relativi alle attività di recruitment: inserzioni, ricerche, analisi dei candidati. Quest’ultimi, una volta inserito il proprio curriculum, possono arricchirlo periodicamente di nuove esperienze professionali, promozioni o corsi di aggiornamento, usufruendo di una vetrina permanente disponibile 24×7. E i servizi a valore aggiunto? Consigli di professionisti su come affrontare i colloqui di selezione, top ten delle posizioni e degli skill maggiormente richiesti dalle aziende, informazioni sui diversi tipi di contratti, mentre le aziende che offrono lavoro possono trovare griglie retributive, consultare leggi e normative, avere consulenza contributiva o, ancora, nel caso di esuberi di personale, trovare servizi di outplacement.


Rinnovando l’approccio al mercato dell’head hunting, Click4Talent, nato a Torino nel febbraio 2000, è un gruppo focalizzato sui servizi di ricerca, selezione e gestione delle risorse umane che ha costruito la propria struttura operativa innestando le tecnologie di ultima generazione alle più tradizionali metodologie di selezione, riuscendo in poco tempo a proporsi sul mercato offline e online, attraverso una strategia di acquisizioni che nel 2002 l’hanno portata ad acquisire i portali Bancalavoro e Cliccalavoro del gruppo Seat. A gennaio 2003, infatti, la property di Click4Talent ha raggiunto 192mila visitatori unici, conquistando il secondo posto nell’universo dei siti e-recruiting italiani (fonte Ac Nielsen / Netratings). La società si fonda su una matrice di consulenza direzionale: il pool dei soci comprende imprenditori del settore industriale, finanziario e consulenziale che conferiscono al gruppo solidità finanziaria e una consolidata esperienza manageriale.


Il core business si focalizza su tutte le attività di human capital management, dove il cliente è affiancato a partire dal progetto di ricerca e selezione della risorsa fino all’inserimento in azienda e alla gestione post-assunzione, mediante un ventaglio articolato di servizi che comprende la ricerca dei candidati attraverso annunci, job posting, employer branding, head hunting e servizi come compensation, assessment, pianificazione delle carriere e via dicendo. Oggi oltre all’headquarter di Torino, sono operative anche le sedi di Milano e Roma mentre il management sta stringendo accordi di partnership per garantire una presenza capillare in Italia. "Bisogna guardare alla realtà: non esistono aziende in crisi ma manager in crisi – dice Fabio Massimo Cacciatori, amministratore delegato di Click4Talent -. È sul clima che si crea all’interno degli ambienti lavorativi e sulla qualità delle persone che si gioca la differenza tra un’impresa e un’altra. Da diversi anni gli investimenti sulle risorse umane, dal punto di vista statistico, dimostrano proporzionalmente ritorni più elevati. Quando le cose non vanno ad agire sull’organizzazione sembra più facile perché in pochi mesi si possono già misurare i risultati, mentre per capire il ritorno degli investimenti sulle Hr richiede anche diversi anni". Ed è sul lungo periodo, infatti, che Click4Talent preferisce orientare il proprio criterio di approccio professionale.

Valorizzare il capitale umano


"Pur essendo degli head hunter – prosegue Cacciatori – non ci consideriamo dei fornitori d’emergenza ma, piuttosto, dei consulenti multilivello". Le aziende, infatti, per vari motivi dedicano meno tempo del necessario a capire bene di che cosa abbiano bisogno e, di conseguenza, spesso si ritrovano non adeguate rispetto al profilo del candidato richiesto. Per questo, solo dopo aver realizzato diverse interviste e colloqui con i vari operatori aziendali, Click4Talent disegna un profilo del candidato richiesto e procede alla sua identificazione. L’interlocutore di riferimento rimane sempre il responsabile delle risorse umane, ma questa figura nelle aziende italiane spesso è caricata di compiti diversi e trasversali. "Il capitale umano è la vera risorsa per un’azienda – commenta Cacciatori -. Per questo motivo il responsabile Hr dovrebbe concentrarsi sempre più sull’empowerment, sui work role, sulla formazione, sulla consulenza e sull’ottimizzazione dei team di lavoro". Attraverso un sistema di ricerca nella banca dati che utilizza le reti neurali e la tecnica del concept matching, Click4Talent esamina esperienze professionali e attitudini dei candidati selezionando in tempo reale i migliori profili che, dopo la fase dei colloqui di selezione, vengono proposti all’azienda in una rosa ristretta. "Molti i lavoratori professionisti – evidenzia Cacciatori – cercano opportunità di lavoro omogenee all’ultima esperienza compiuta. Soprattutto a livello manageriale, invece, è necessario pensare ad altre economie di scala e per questo è importante che i candidati imparino a confrontarsi con mercati diversi".


Proseguendo una strategia di click & mortar, Click4Talent ha siglato un importante accordo con un consorzio che raggruppa 15mila aziende del Nord-Ovest e che dispone di una fitta rete di agenti. "Crediamo nell’importanza del contatto umano – conclude Cacciatori – per cui Internet non è l’obiettivo, ma piuttosto lo strumento che consente di velocizzare il processo di selezione. Per questo motivo apriremo presto centri sul territorio, nei quali i candidati potranno svolgere test certificati e sottoporsi a colloqui".

Pubblica i tuoi pensieri