Il ritorno di Micro Focus

Nel quadro di una sostanziale riorganizzazione, Merant ha ceduto a una coppia di società finanziarie le attività di sviluppo e integrazione legacy. Torna così ad avere visibilità e indipendenza il marchio acquisito alcuni anni orsono.

Torna sui mercati con piena visibilità Micro Focus, uno dei brand storici nel settore delle applicazioni Cobol. Spiegando le motivazioni dell'annuncio, Maurizio Massimi, amministratore delegato di Merant Italia, ha dichiarato: "A seguito dei cambiamenti di mercato e della mutata situazione economica, Merant ha deciso di cedere a Golden Gate Capital e Parallax Capital Partners le sue attività di sviluppo, trasformazione e integrazione legacy".
In pratica l'operazione, che si prevede ottenga l'approvazione degli azionisti e delle autorità entro la fine del mese prossimo, scorpora da Merant una serie di attività di supporto degli ambienti mainframe esistenti, le cui prospettive di sviluppo sono inferiori a quelle delle altre attività seguite dalla società ma rimangono tuttavia interessanti: nell'anno fiscale 2001 il fatturato di Micro Focus è stato di 123,6 milioni di dollari. Micro Focus International acquista quindi il profilo di società indipendente, con sede nelle Isole Vergini e sarà guidata da Tony Hill, attuale senior vice president e general manager di Merant. Maurizio Massimi assume la carica di vicepresidente per il Sud Europa di Micro Focus Sales, divisione con sede in Italia.
Presentati anche i risultati finanziari relativi all'esercizio chiuso il 30 Aprile: Merant, quotata a Londra e New York, ha fatturato 309,2 milioni di dollari con utili prima delle tasse pari a 18,1 milioni di dollari; il personale è stato ridotto del 30% rispetto all'anno precedente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here