Il Pentium con Mmx sale a 233 MHz

Il Pentium sembra destinato a una vita piu lunga del previsto. Intel avrebbe infatti pianificato il rilascio di due nuove versioni del proprio fortunatissimo chip, una a 233 MHz per i desktop e una a 200 MHz per i portatili.

Il ciclo di vita dell'architettura Pentium è destinato ad allungarsi ancora, ben al di là di quanto inizialmente previsto. Secondo indiscrezioni ufficialmente non confermate, Intel starebbe infatti progettando il rilascio di due nuove versioni del chip, con l'estensione multimediale Mmx. Per le macchine desktop, dovrebbe arrivare entro l'estate un modello a 233 MHz, mentre per i portatili sarebbe attesa per l'inizio del 1998 una versione a 200 MHz (il nome in codice è Tillamook). La mossa appare sorprendente, poiché gli iniziali piani aziendali lasciavano intendere la volontà di Intel di "stimolare" il passaggio graduale al Pentium Pro, anche con l'estensione Mmx di prossimo rilascio (conosciuta con il nome in codice di Klamath). Ma l'aggressività dei concorrenti sulla fascia "media" sembra aver fatto cambiare idea ai manager di Santa Clara. Amd e Cyrix stanno lavorando su release a 225 e 233 MHz dei rispettivi K6 e M2, probabilmente pronti entro la fine dell'anno.
Nel corso dell'anno, inoltre, è previsto l'arrivo di Deschutes, una versione "ridotta" del Klamath, costruita con tecnologia a 0,25 micron. Questo chip più piccolo dovrebbe guadagnare sia in termini di velocità che di dissipazione del calore.
Nel frattempo, Intel ha provveduto a ribassare i prezzi di alcune fasce di processori Pentium, anche se, a detta degli operatori del settore, in misura inferiore a quanto era lecito attendersi. I modelli a 100 e 120 MHz vengono ridotti rispettivamente a 93 e 106 dollari per mille pezzi. I superiori chip a 133 e 166 MHz calano invace a 136 e 295 dollari. A titolo di paragone, l'omologo modello a 120 MHz di Amd costa 79 dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here