Il patto Ibm-Compaq nello storage produce i primi frutti

I due big dimostrano di voler fare sul serio nella sfida lanciata a Emc. La collaborazione tecnologica annunciata a luglio gia si concretizza nel Modular Storage Server di Ibm, che si basa fortemente sull’array Ma 8000 di Compaq.

A dispetto dello scetticismo di molti osservatori, Ibm e Compaq
sembrano voler fare sul serio fronte comune nello storage e sfidare
così meglio il leader Emc. A breve distanza dall'annuncio della
x-link
partnership; 000; A; 06-07-2000
x-fine-link
(avvenuta in luglio), arriva il primo concreto segno della
collaborazione con il Modular Storage Server di Ibm, un prodotto
fortemente "ispirato" all'array modulare Ma 8000 di Compaq. La base
tecnologica e componentistica del prodotto, di fatto, è quella
dell'Ma 8000, con l'aggiunta di alcune componenti Ibm, in settori
come l'hard disk e il racking. Il Modular Storage Array sarà
disponibile in settembre, avrà una scalabilità fino a 4,5 Tb e sarà
proposto con drive di taglia da 18, 36 o 72 Gb.
L'annuncio dovrebbe portare benefici soprattutto a Big Blue, che può
avere un accesso più agevolato nella fascia medio-bassa di mercato,
collegata ai sistemi Intel o Unix. Compaq risponderà nel giro di
qualche settimana, con un prodotto definito di "stile Shark", che
potrà collegarsi ai sistemi S/390.
Dopo questa iniziale offerta di prodotti, le due aziende hanno
dichiarato di voler lavorare in comune a un livello di
implementazione software, per far sì che i prodotti esistenti possano
automaticamente interagire con quelli in corso di sviluppo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here