Il nuovo Windows Server a gennaio

Dopo Natale, arriva Windows Server 2003 R2 con il suo carico di virtualizzazione, gestione identità e storage.

Microsoft ha presentato la versione Rtm (che significa Release to Manufacturing) di Windows Server 2003 R2, ovvero l'aggiornamento di Windows Server 2003 Service Pack 1. In pratica, il nuovo sistema operativo enterprise, che sarà disponibile a partire da gennaio 2006.


Bob Muglia, il responsabile dei server della casa di Redmond ne ha confermato la tendenza ad ambiti d'impresa esaltandone le funzionalità per i carichi di lavoro particolarmente pesanti in scenari di business.


In particolare lo ha fatto per i casi in cui una struttura è articolata su più branch office. Utilizzando tecnologie di replica dei dati e di compressione avanzata più veloci, infatti, Windows Server 2003 R2 punta a consentire alle filiali di superare i problemi relativi alla larghezza di banda della Wan.


Le tecnologie di virtualizzazione dell'Os, poi, dovrebbero consentire allo staff It di superare i limiti dell'infrastruttura fisica, di distribuire meglio i servizi e aumentare la dinamicità dell'intero sistema informativo, nel contesto di operazioni di consolidamento server, migrazione delle applicazioni legacy, disaster recovery, test e sviluppo di software.


Da notare che fino al 30 giugno 2006, con l'acquisto di una licenza della R2 Enterprise Edition, si potrà anche acquistare Virtual Server 2005 R2 Enterprise Edition al prezzo della versione Standard. Tali licenze consentiranno di eseguire fino a un massimo di quattro istanze virtuali su un server fisico senza costi aggiuntivi.
La R2 include anche il supporto per Ws-Management, la specifica di Web service per la gestione It.


Windows Server 2003 R2 dispone di strumenti per lo storage management, in ambito San (Storage Area Network) e fornisce anche una serie di servizi per integrare ambienti Windows e Unix.


E con le tecnologie Active Directory Federation Services (Adfs), Active Directory Application Mode (Adam) e Identity Management per Unix, offre funzionalità per ampliare il controllo della gestione delle identità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here