Il mobile learning

Grazie all’evoluzione delle tecnologie, l’apprendimento assume nuove forme e formule di erogazione, aprendo la strada a un diverso modo di cercare informazioni. Se il domani sarà wireless, il pensiero corre alle applicazioni per il mondo educational: t …

Grazie all'evoluzione delle tecnologie, l'apprendimento assume nuove forme e formule di erogazione, aprendo la strada a un diverso modo di cercare informazioni. Se il domani sarà wireless, il pensiero corre alle applicazioni per il mondo educational: tra le soluzioni gà pronte, rientrano quelle di m-learning, dove “m” sta per mobile. Per poter accedere alla formazione in questa modalità, infatti, occorre uno strumento portatile connesso in modalità wireless alla Rete o che sia abbastanza vicino alla fonte della trasmissione, mediante tecnologia Bluetooth.
Così com'è testato oggi, l'm-learning prevede la fruizione di un corso a piccoli moduli, fatti di solo testo, che possono venire visualizzati sullo schermo di un telefonino Wap o su di un palmare, previo download dei dati. Al momento, però, i limiti dell'ampiezza di banda e le dimensioni ridotte dello schermo dei cellulari non consentono grandi prestazioni: aspettando l'arrivo dell'Umts, la svedese Insite, società attiva nel campo dell'e-learning e della consulenza, è scesa in campo con un think tank e ha già prodotto una serie di prototipi interessanti. "Non pensiamo a una formula alternativa alla formazione tradizionale o a quella online - ha dichiarato Jimmy Sjökvist, responsabile di Insite per la sperimentazione dell'm-learning -. Piuttosto, a una soluzione di supporto utile, per esempio, per il ripasso della lezione: per rispondere a quiz o esercizi, spedire risposte al tutor, memorizzare i dati principali ascoltati durante il corso vero e proprio".
Tra le applicazioni, Mtsi Insite, filiale italiana della società svedese, ha presentato un progetto realizzato in collaborazione con Quadrifor (Istituto per lo sviluppo della formazione dei quadri del commercio e dei servizi) che prevede l'avvio di un programma misto tra e-learning, m-learning e training tradizionale. Anche Trainet, Web learning company di Telecom Italia, è scesa in campo con una serie di corsi veicolati su palmari. "Attualmente viene scaricato dalla intranet aziendale - spiega Pablo Docimo, direttore generale di Trainet -, ma tutto è pronto per il collegamento diretto del palmare al nostro sito. Worknet, società di lavoro interinale del gruppo Fiat, sarà il nostro primo cliente a usufruire di un percorso misto di formazione in aula, e-learning e moduli wireless indirizzato a dipendenti e lavoratori temporanei".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here