Il K computer di Fujitsu e Riken in vetta al mondo

672 rack per 68.544 Cpu complessive. A fine 2012 sarà impiegato in avveniristiche attività computazionali.

Alla International Supercomputing Conference di Amburgo a Fujitsu e alla giapponese Riken è stata riconosciuta la prima posizione della classifica Top500 dei supercomputer più potenti al mondo.
Riconoscimento ottenuto grazie alle performance registrate dal K computer, il sistema nato da progetti di sviluppo congiunti delle due società.

Il K computer, è attualmente in fase di configurazione, ha 672 rack di computer dotati di 68.544 Cpu complessive.

Il sistema ha registrato le migliori prestazioni mondiali nel benchmark Linpack (programma sviluppato presso l'Università del Tennessee per la risoluzione di un sistema di equazioni lineari utilizzando il calcolo delle matrici) con 8,162 petaflops (numero di operazioni in virgola mobile eseguite in un secondo dalla Cpu).

Riken e Fujitsu hanno collaborato alla creazione del K computer per iniziare l'utilizzo condiviso entro novembre 2012, in linea con l'iniziativa High-Performance Computing Infrastructure (Hpci) proposta dal Ministero Giapponese della Formazione, Cultura, Sport, Scienza e Tecnologia.

Il supercomputer sarà costituito da oltre 800 rack di computer, ciascuno dotato di Cpu ultraveloci ed efficienti in termini energetici che avranno accesso a una rete con ampia capacità di interconnettività.

Quando nel 2012 si concluderà la fase di configurazione del K computer, il sistema raggiungerà prestazioni Linpack di 10 petaflops e sarà impiegato in avveniristiche attività computazionali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here