Il «facile» Tivoli Risk Manager 4.2

Ibm rilascia un aggiornamento del proprio modulo di gestione della security che dovrebbe facilitare le operazioni ai responsabili di sistema.

5 novembre 2003

Ibm ha rinforzato la gestione della sicurezza sotto Tivoli.


Il rilascio di Tivoli Risk Manager 4.2, infatti, va proprio nella direzione di mettere in mano agli amministratori di sistema una soluzione ancora di più pronta che in passato a controllare lo stato del sistema informativo e a reagire adeguatamente agli inconvenienti.


Per farlo, Tivoli Risk Manager 4.2 si concretizza come uno strumento totalmente Web based che rende trasparenti alla gestione della sicurezza aspetti come i protocolli e i sistemi operativi utilizzati.


Meno lavoro, quindi, per i sistemisti, e maggior libertà per determinare gli elementi di controllo e azione.


L'interfaccia del nuovo modulo di Tivoli, quindi, permette di essere utilizzata come un abilitatore di template per applicare automaticamente le regole di sicurezza e le best practice operative.


Lo strumento, oltretutto, si integra con Tivoli Configuration Manager, per incamerare le informazioni derivanti dal censimento delle risorse in uso.


Le modalità di funzionamento prevedono l'utilizzo di messaggi di allerta e la loro interpretazione automatica da parte di sistemi di reazione.


Le funzioni di reporting, poi, beneficiano di una resa grafica intellegibile anche da parte di personale non squisitamente tecnico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome