Il Cpm di Sdrc accelera il time-to-market

Con la suite TeamCenter, la società rende operativo il collaborative product management.

La, ormai, quasi certa acquisizione da parte di Eds (si aspetta solo l'approvazione della Sec americana e degli azionisti) non frena il passo di Sdrc che, per la fine del mese, lancerà la propria suite per il Collaborative product management (Cpm). Costruita in ambiente Web nativo aperto, TeamCenter gestisce in modo collaborativo la progettazione, la configurazione, lo scambio di dati tecnici e le informazioni commerciali. Il software, che sarà arricchito di ulteriori funzionalità in due successive tranche, previste entro alcuni mesi, ha il proprio cuore tecnologico in Java 2EE di Sun Microsystem, abbracciando la tecnologia Internet per l'intero ciclo di sviluppo del prodotto, a livello industriale. Particolarmente interessante la possibilità di interfacciarsi con i vari software di progettazione assistita a computer a oggi disponibili, nonché l'aspetto di neutralità (l'introduzione ad autunno inoltrato) che consentirà a TeamCenter di riconoscere e interagire con Cad diversi, utilizzati, contemporaneamente, nello sviluppo del medesimo prodotto. Il sistema, che mantiene fede al percorso intrapreso dal Product data management, è basato su componenti e, oltre al concetto di tempo reale, permette agli attori della catena del valore di creare, condividere e gestire le richieste del prodotto. Sdrc, infatti, fornisce gli strumenti per connettere TeamCenter con i sistemi applicativi associati al prodotto, inclusi quelli di manutenzione e revisione (Mro) e quelli di pianificazione delle risorse aziendali (Erp). Per ora, l'adapter previsto è esclusivamente Sap, ma, in base alle esigenze espresse dal mercato, la società provvederà a crearne altri.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here