Il braccio consulenziale di Deloitte non è in vendita

Dopo aver fallito lo spin off d’inizio anno, Deloitte Touche Tohmatsu ha accantonato la vendita delle operazioni di consulenza e dei servizi It.

5 dicembre 2003 Dopo aver fallito lo spin off d'inizio anno, Deloitte Touche Tohmatsu ha accantonato la vendita delle operazioni di consulenza e dei servizi It. I possibili compratori erano stati individuati in Hp e Accenture. Deloitte è l'unica delle cinque grandi società di consulenza a non aver ancora separato le operazioni di consulenza. Nei mesi scorsi Ibm ha acquistato, infatti, PwC Consulting, mentre Ernst & Young ha venduto il proprio braccio consulenziale a Cge&y. In Nord America Kpmg ha scorporato, invece, il business della consulenza, noto adesso sul mercato come Bearing Point, acquistando le attività degli altri Paesi di Kpmg Consulting. Infine, Andersen Consulting è stata ribattezzata Accenture e successivamente rilanciata. Vittima della strategia aziendale, Deloitte Touche Tohmatsu aveva agonizzato negli ultimi due anni. Inizialmente era stata stabilito lo scorporo di Deloitte Consulting, che avrebbe cambiato nome in Braxton. A marzo, però, questi piani erano stato accantonati, per condizioni di mercato e limitato credito. Una vendita delle parte consulenziale era ancora nei piani, ma col passare dei mesi all'idea me è stata preferita un'altra. All'inizio di questo mese, la società ha riferito, infatti, che, pur mantenendo i nomi legali locali, tutti i rami d'azienda noti come Deloitte Touche Tohmatsu, Deloitte & Touche e Deloitte Consulting saranno chiamati Deloitte. Il rebranding servirà a evidenziare la multidisciplinarietà dell'organizzazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here