Il backup amplia i suoi orizzonti

Le nuove release dei prodotti di backup e restore di Veritas sono compatibili con più piattaforme e protocolli, permettendo ai partner di implementarle in ambienti eterogenei.

Veritas presenta anche al mercato italiano le sue novità sul fronte backup e ripristino.
Gli aggiornamenti riguardano il versante delle applicazioni, con il rilascio di NetBackup 6.0 e di Enterprise Vault 6.0, e quello delle partnership, con Hummingbird e Network Appliance.
Anzi, le due release sono l'espressione reale delle partnership: "NetBackup 6.0 - puntualizza Marco Riboli, country manager Italia e Iberia di Veritas - è una major release che migliora, in particolare, il recovery, legandolo ulteriormente al backup. Mentre Enterprise Vault 6.0 apre a Lotus Notes e a ulteriori protocolli come l'Smtp".

In termini generali, la strategia dietro i nuovi annunci considera prima di tutto l'importanza di poter recuperare il dato archiviato. In secondo luogo, mantenendo fede alla natura "open" di Veritas, si aprono le soluzioni a ulteriori architetture e piattaforme, garantendo il funzionamento in ambienti altamente eterogenei. E queste sono buone notizie per i partner Veritas che possono proporsi a un target più ampio.


Oltre i nastri e le e-mail

In particolare, all'interno di NetBackup 6.0 sono state integrate le funzionalità di NearStore di Network Appliance e il software SnapVault. Risultano migliorati, pertanto, i tempi di backup e restore e l'archiviazione su nastro, anche quelli di tipo Worm (scrivibili una volta sola e leggibili più volte), il tutto attraverso un'unica console di gestione.
La soluzione è disponibile per ambienti Hp-Ux, Ibm Aix e NetWare, oltre che Windows, ma anche per i server Linux basati su Red Hat e SuSe.

Infine, viene esteso il dominio di NetBackup ai sistemi Nas. "È stata automatizzata completamente la ricerca dei volumi - spiega Mauro Toson, presales manager di Veritas Italia - evitando il ricorso agli script e, inoltre, si è eliminata la ridondanza dei dati di backup gestendo in modo intelligente le duplicazioni".

Su Enterprise Vault 6.0, soluzione per l'archiviazione di e-mail e contenuti, si è lavorato per il supporto a Lotus Notes, al protocollo Smtp e a SharePoint 2003 di Microsoft. "È stata notevolmente migliorata, inoltre - afferma Toson -, la gestione dei file Pst di Exchange, con la possibilità di ricercarli all'interno della rete, consolidarli e comprimerli. Così, l'amministratore di rete li gestisce centralmente in modo trasparente all'utente".

Novità anche per la gestione degli altri contenuti con Enterprise Vault 6.0, grazie all'offerta congiunta con Hummingbird Enterprise 2005, software specializzato proprio in quest'ambito.

"Una gestione delle diverse tipologie di contenuti, oltre alle e-mail - conclude Toson - si rende ancor più necessaria per soddisfare le policy di corporate governance richieste dalle istituzioni governative".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here