Ignite accende la comunicazione sociale veloce

Cinque minuti e 20 slide per raccontare un mondo ed imparare a porsi nel mondo di oggi: formazione, informazione, ricerca di capitali: se non sapete convincere in cinque minuti, il vostro sapere non esiste. Strutturatevi.

Nella prima settimana di marzo uno specifico format formativo si sta tenendo un po' ovunque nel mondo informatico. Si tratta della Ignite Week, ospitata in oltre 50 città del mondo, prevalentemente Stati Uniti ed Europa ma anche Asia pacifica e due presenze africane, una nel maghreb marocchino (Casablanca) e una in Kenya (Nairobi).
Il format di Ignite richiama quello dei più popolari barcamp, ma con delle specifiche sui tempi di esposizione ancora più stringenti dei cinque minuti assegnati negli elevator's pitch, le presentazioni da ascensore. Per comunicare al pubblico le loro idee, nell'ignite i partecipanti hanno a disposizione 5 minuti di tempo ma solo 20 slide e per di più a temporizzazione fissa di 15 secondi. Anche Roma ha partecipato alla settimana con un evento organizzato la scorsa settimana da Ignite Italia all'Antù di via Libetta 15c.

Beatles 2.0, Reputazione ed Assistenti personali
Oltre venti gli speech, con una ricca presenza di riscrittura in chiave social 2.0 di argomenti non tecnici quali la Concentrazione antimafia (Gian Luca Demarchi), La cultura giapponese ( Giulia Marandola), Cibo e km ( Tania Valentini) e Sette tattiche infallibili per evitare un estraneo ( Livia Iacolare ).
Particolarmente riuscite le presentazioni dei più popolari blogger: Davide Bennato ha coinvolto tutti con la sua Analisi dei testi dei Beatles con strumenti online, Luca Sartoni ha aggiornato sul corretto approccio alla Reputazione online, Antonio Pavolini ha zoomato sul la fruizione dell'Online video dal lean forward al lean back, Giorgio Massaro ha diffuso il know-how di Elastic ne Il wiki delle startup e Paolo Subioli ha presentato Amelya, l'assistente personale e molti altri.
Allo Ignite Roma hanno partecipato anche gli studenti del master in comunicazione e marketing della Lumsa. L'idea di questo format nacque nella Seattle del 2006 Brady Forrest, Technology Evangelist della O'Reilly Media, e Bre Pettis di Etsy.com. Ovviamente il primo Ignite si svolse proprio a Seattle nel mese di settembre di quell'anno e da allora s'è diffuso in tutto il mondo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here