iCloud live per gli sviluppatori

Il servizio di online storage di Apple attivo per la comunità degli sviluppatori. Comunicati anche i prezzi per gli utenti finali.

È finalmente live, se pure per il momento accessibile solo alla comunità degli sviluppatori, il sito iCloud.com.
Si tratta, in sintesi estrema, dell'erede di MobileMe: un servizio di sincronizzazione al quale vengono automaticamente inviati foto e documenti creati su iPhone, iPad, pc Mac o Windows, con la possibilità di effettuarne il push automatico verso qualunque altro dispositivo scelto dall'utente stesso.

Su iCloud si trovano calendario, rubrica, un applicazione per la posta.
Quanto alle versioni online di Pages, Numbers e Keynote, al momento non sembrano esserci funzionalità di visualizzazione: gli utenti al momento possono semplicemente effettuare il push del documento e poi lanciare la app direttamente dal loro dispositivi.
Nulla esclude però che le funzionalità di visualizzazione vengano rese disponibili al momento della general availability di iCloud.

Il servizio è gratuito e garantisce 5Gb di spazio.
I 10 Gb di spazio chiedono una fee di 20 dollari l'anno, per poi salire a 40 dollari per 50 Gb e 100 dollari per 50 Gb di spazio.

Il calcolo dello spazio occupato, tuttavia, esclude le foto, la musica acquistata su iTunes, le apps e i libri acquistati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here