Ibm supporta gli Isv negli sviluppi su Linux 2.6

Nel 2004 gli Isv che stanno sviluppando applicativi Linux a 64-bit potranno avvantaggiarsi di ampia assistenza da parte di Big Blue.

26 novembre 203 Nel 2004 gli Isv che stanno sviluppando applicativi Linux a 64-bit potranno avvantaggiarsi di ampia assistenza da parte di Ibm. Attraverso il programma Speed-start, Ibm lavorerà, infatti, con alcuni centri tecnologici per mostrare i vantaggi del kernel Linux 2.6 e supportare gli sviluppatori nella costruzione e distribuzione di sistemi a 64-bit. In questo modo Big Blue punta al rilascio di alcuni strumenti di sviluppo software per i server Unix pSeries e midrange iSeries, oltre a servizi di supporto business. Le migliorie del kernel 2.6 offriranno agli sviluppatori la possibilità di costruire applicazioni ad elevata elaborazione per settori come Bi, scienza e tecnologia. Le nuove funzionalità concernono il multiprocessing simmetrico, il debugging e il tracciamento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here