Ibm risponde a Compaq alleandosi con Rlx

Botta e risposta fra Ibm e Compaq sui server ad alta densità. Ieri la seconda aveva annunciato, d’intesa con Intel, il prossimo sviluppo di macchine specifiche. Big Blue ha reagito annunciando un contratto Oem con gli specialisti di Rlx, azienda perdip …

Botta e risposta fra Ibm e Compaq sui server ad alta densità. Ieri la seconda aveva annunciato, d'intesa con Intel, il prossimo sviluppo di macchine specifiche. Big Blue ha reagito annunciando un contratto Oem con gli specialisti di Rlx, azienda perdipiù fondata da manager fuorusciti proprio da Compaq. Nel portafoglio Ibm, dunque, confluiranno anche i server Rlx System 324, indirizzati ad aziende di Web hosting o a Internet data center e basati su processore Crusoe di Transmeta. Le macchine ultradense, lo ricordiamo, sono disegnate per fornire più potenza e meno consumi, aggiungendo un più limitato ingombro.
Rlx ha dichiarato di essere la prima azienda pronta con un Web server basato su Server Appliance Kit 2.0 di Microsoft, appena rilasciato. La macchina consente a un massimo di 336 moduli server di essere installate in un unico rack (oggi al massimo si arriva a 42).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here