Ibm mette l’accento sulla privacy

Con Privacy Institute e Privacy Management Council Big Blue ha dato vita a due iniziative che hanno come scopo lo sviluppo di capacità utili alla protezione dei dati

Ibm ha dato vita a un Istituto e a un Consiglio
focalizzati sullo sviluppo di tecnologie per la privacy.
Creato per essere
inserito nel ramo ricerca di Big Blue, il Privacy Institute
avrà il compito di sviluppare capacità utili alla protezione dei dati aziendali.
L'organizzazione potrà contare sulla collaborazione di External Advisory Board
di livello internazionale provenienti da società del calibro di Ntt
Data e At&T Labs-Research. Compito principale
dell'Istituto sarà lo sviluppo di tecnologie in ambiti quali l'e-commerce, il
Knowledge Management e l'intrusion detection. Una specifica area di ricerca
dell'organo competente sarà invece dedicata allo sviluppo di software in grado
di permettere alle aziende di gestire, utilizzare e distribuire dati personali
in ottemperanza alle proprie policy inerenti la tutela della privacy, ma anche
in base alle preferenze dei propri clienti.
La seconda iniziativa della
società statunitense, il Privacy Management Council - che
comprende partecipanti provenienti sia dall'ambito pubblico, sia da quello
privato - si focalizzerà su diversi settori dell'industria tra cui finanza,
sanità, governo, viaggi. Naturalmente i due organi creati da Ibm saranno
chiamati a collaborare tra loro per fornire risposte concrete alle odierne sfide
connesse alla privacy e alla tutela dei dati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here