Ibm lancia il clustering in versione Linux

Il sistema Ibm eServer Cluster 1300 verrà venduto con Linux e il software di clustering già installati. La formula consentirà di ridurre i tempi di installazione.

Ibm ha rilasciato una nuova gamma di cluster Linux pre-pacchettizzati rivolti in particolare al mondo della piccola e media impresa. Il sistema Ibm eServer Cluster 1300 verrà venduto con Linux e il software di clustering già installati a bordo, insieme a una varietà di altri prodotti mirati a questo particolare tipo di configurazione. Secondo Nick Davis, manager europeo delle soluzioni Linux, la nuova offerta risponde a una precisa esigenza degli utilizzatori, che non vogliono più passare tutto il tempo a mettere insieme i singoli sistemi che compongono i cluster. La formula pre-pacchettizzata consente un notevole risparmio sui tempi di implementazione delle installazioni, senza contare il minor costo del sistema Linux, considerato altrettanto robusto ma assai più economico del suo fratello maggiore Unix. La distribuzione oggi disponibile è Red Hat Linux 7.1 ma presto sarà possibile ordinare anche SuSe, Caldera e TurboLinux. Per gli analisti l'annuncio è importante proprio in considerazione dell'autorevolezza del marchio di approvazione Ibm nei confronti di un'applicazione, il clustering di server relativamente poco costosi, ritenuta finora piuttosto critica e complessa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here