Ibm ha in cantiere i PowerPc basati su tecnologia Soi

Saranno, per primi, i computer Apple Macintosh e i server Ibm a beneficiare dei nuovi processori Ibm basati su tecnologia Soi (Silicon on Insulator) di prossimo rilascio. Oltre che sullo standard Soi, i chip sono basati su processo produttivo a 0,22 mi …

Saranno, per primi, i computer Apple Macintosh e i server Ibm a beneficiare
dei nuovi processori Ibm basati su tecnologia Soi (Silicon on Insulator) di
prossimo rilascio. Oltre che sullo standard Soi, i chip sono basati su
processo produttivo a 0,22 micron e sono caratterizzati dall'utilizzo di
interconnessioni in rame. Stando al costruttore, le prestazioni fornite dai
nuovi chip sarebbero superiori del 30%, a parità di frequenza, rispetto
agli attuali processori che utilizzano fibra di rame. La disponibilità
delle macchine equipaggiate con i nuovi PowerPc è attesa nel giro di due o
tre mesi.
Nel frattempo, Ibm sta anche pensando alla futura generazione dei PowerPc,
che dovrebbe concretizzarsi in un processore da 1 GHz di clock basato su
processo produttivo a 0,18 micron. Il termine di confronto diretto sarà
quello della seconda generazione Ia-64 di Intel, conosciuta come McKinley.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here