Ibm annuncia MqSeries Everyplace

Ibm ha annunciato una nuova iniziativa per spingere maggiormente il proprio middleware di messaging per l’integrazione delle applicazioni, MqSeries, come riferimento tecnologico per la propria strategia di mobile computing. MQSeries Everyplace (questo …

Ibm ha annunciato una nuova iniziativa per spingere maggiormente il
proprio middleware di messaging per l'integrazione delle
applicazioni, MqSeries, come riferimento tecnologico per la propria
strategia di mobile computing. MQSeries Everyplace (questo il nome
completo del prodotto) viene annunciato in questi giorni durante
l'evento MQSeries/Cics, che si tiene a Las Vegas. La strategia di
mobile computing della casa di Armonk differisce, in maniera
significativa, da quella di Sun Microsystems, poiché Ibm preferisce
spedire i dati a thin client. Big Blue crede, infatti, che il network
sia più efficiente quando il processamento delle applicazioni avviene
il più possibile sul server. Mentre, dal canto proprio, Sun ha spinto
Java come linguaggio di programmazione più adatto alle applicazioni
che elaborano i dati e forniscono servizi assieme alla logica delle
applicazioni residente sul server. Il nuovo MqSeries, comunque, è
capace di integrare applicazioni multiple girando su un elevato
numero di applicazioni. L'application server WebSphere è l'ambiente
runtime che assiste MqSeries per il funzionamento basato su Internet
e le applicazioni e-commerce scritte in Java o come Enterprise
JavaBeans. Un altro componente chiave dell'architettura di Ibm è
Websphere Transcoding Publisher, che trasla i dati in un formato che
può essere presentato su un browser per cellulare, su un Pda
(Personal Digital Assistant) o su un cercapersone. Il transcoder, che
può risiedere da qualsiasi parte sulla rete, può anche traslare dati
in una varietà di formati (inclusi Wml e Hdml).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here