I telefonini sono in crisi? Nokia non sembra essersene accorta

Il numero uno al mondo nella produzione di apparecchi cellulari risponde alla crisi di mercato con tre nuovi dispositivi disponibili in Asia ed Europa a partire dal primo trimestre 2002

Nokia guarda al crollo del mercato degli handset
e fa spallucce.
Il produttore finlandese ha recentemente presentato tre
nuovi modelli di telefoni cellulari tra cui il 7560, un apparecchio
di fascia alta provvisto di display a colori e videocamera digitale
integrata. L'apparecchio supporta la tecnologia Gprs, i protocolli Wap e Bluetooth e la
connessione a infrarossi. Ma mentre i modelli 6510 e 5210, dedicati al mercato
consumer, saranno commercializzati in Asia ed Europa a partire dal primo
trimestre 2002, per il Nokia 7560 bisognerà aspettare fino al secondo trimestre.
Il lato curioso della cosa è che il debutto dei nuovi handset coinciderà
esattamente con quello che Gartner ha identificato come un nuovo periodo di
magra per quanto riguarda le vendite di apparecchi cellulari. Specie in Europa
Occidentale dove il mercato in questione è maturato più velocemente che negli
Stati Uniti. Nonostante nel terzo trimestre di quest'anno le consegne di
apparecchi cellulari siano crollate del 9%, fino a raggiungere quota 94,4
milioni - rispetto ai 103,2 registrati nello stesso periodo di un anno fa -
Nokia continua a vantare un market share pari al 33,4%. Alle sue spalle, ben
distanziate, fanno capolino Motorola ed Ericsson, rispettivamente con una fetta
di mercato pari al 15,7% e 8%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here