I primi telefoni Java con il supporto di Nokia

Al di là dei primi dispositivi wireless presentati da Sun, spicca il piano del costruttore finlandese di vendere 100 milioni di telefoni/Pda Java entro il 2003.

Alla JavaOne Conference hanno fatto la loro apparizione i primi telefoni senza fili 100% Java, sull'onda del successo già ottenuto in Giappone, dove, secondo il presidente e chief operating office di Sun, Ed Zander, sono stati venduti più di un milione di esemplari in sei settimane.
Una spinta in questa direzione è venuta da Nokia, che ha annunciato l'ambizioso piano di voler vendere, entro il 2003, ben 100 milioni di telefoni che utilizzano il linguaggio aperto, incrementandone il numero in circolazione di circa 30 volte rispetto a oggi. Secondo i piani, con questo genere di dispositivi sarà possibile utilizzare lo stesso apparecchio di volta in volta come ricevitore, player Mp3, client di accesso alla posta elettronica o minitelevisore. Proprio l'ecletticità dell'uso dovrebbe, secondo Nokia stimolarne la rapida diffusione, tant'è che il piano prevede una diffusione di 50 milioni di esemplari già nel 2002, contro i 3 milioni attuali. Il Communicator 9210 sarà disponibile in Europa e Asia entro un paio di settimane, mentre Il modello 9290, che usa Java 2 Micro Edition (J2me), sarà distribuito dapprima negli Stati Uniti e poi in altre parti del mondo, nel 2002. Entrambi usano sistema operativo Epoc e tecnologia Personal Java. Carrier come Ntt Docomo in Giappone e Nextel negli Usa stanno già offrendo servizi telefonici Java e altri operatori potrebbero aggiungersi al più tardi entro il prossimo anno.
Una prospettiva di ulteriore sviluppo potrebbe derivare da una maggiore integrazione fra le applicazioni costruite oggi con J2me, la tecnologia a semiconduttori e gli application server J2ee. Un modello comune per l'implementazione di contenuti da server a dispositivi wireless è ora oggetto di una Java Specification Request (Jsr), in un comitato formato da circa 400 società.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here