I pc di Olivetti venduti a un finanziere americano

Edward Gottesman eredita i prodotti, la tecnologia e la tradizione microinformatica della casa di Ivrea. A gestire le attivita sar` una nuova societa, la Piedmont International, nella quale Olivetti deterr` una quota del 10%.

L'annuncio tanto atteso è finalmente arrivato. E ha creato, a caldo, più=
perplessità che entusiasmi. L'attività legata ai personal computer di=
Olivetti è stata venduta alla Centenary, una holding finanziaria=
presieduta dall'avvocato Edward Gottesman. Titolare reale di questa entit=
à sarà la Piedmont International, una società di nuova costituzione,=
nella quale Olivetti deterrà una quota del 10%. Il resto sarà gestito=
da Gottesman, che ha dichiarato di aver formato un pool di investitori, dei=
quali però ancora non si conosce l'identità. A presiedere la nuova=
entità sarà comunque Gianmario Rossignolo, attuale chairman del gruppo=
Electrolux-Zanussi, che parteciperà a titolo personale al capitale della=
Piedmont.
Il valore dell'operazione è stato stimato fra i 250 e i 300 miliardi di=
lire e per il completo espletamento delle formalità occorrerà attendere=
la fine di febbraio. La Piedmont potrà rivendere il marchio Olivetti per=
venti anni, con possibilità di rinnovo dell'opzione per un analogo=
periodo. Parte dell'accordo è l'assicurazione che lo stabilimento di=
Scarmagno continuerà a produrre i pc; Olivetti ne rimarrà proprietaria,=
ma "affitterà" alla Piedmont le attività per quattro anni.
Gottesman è un finanziere specializzato nel recupero di società in=
difficoltà. In passato, si è occupato di riportare in attivo aziende=
come la Raleigh e la Royal Worcester, in genere attraverso modifiche=
radicali al management e tagli di personale. Per quanto riguarda Olivetti,=
il neo-proprietario ha escluso riduzioni di organico, rimandando però=
decisioni definitive a chi dirigerà lo stabilimento. Piedmont avrà due=
strutture di marketing e vendita, una per l'Italia a Scarmagno e una per=
l'estero in Olanda.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here