I palmari Ibm al Nyse

Sono 3mila. A supporto, una grande struttura di backend.

Ibm ha avviato una collaborazione con la New York Stock Exchange (Nyse) per implementare un sistema per il messaging e la gestione degli ordini che è destinato a supportare il volume di 1,6 miliardi di titoli scambiati quotidianamente alla borsa newyorkese.


Il progetto prevede l'acquisto di 3.000 dispositivi palmari realizzati appositamente da Ibm Engineering & Technology Services, che saranno utilizzati dagli operatori nella sala contrattazioni per collegarsi alla rete wireless per trasmettere gli ordini di vendita e acquisto.


Cuore del sistema di governo dei palmari sarà il sistema TradeWorks, basato su Db2 e Tivoli, che gestirà l'enorme flusso di transazioni con il massimo livello di affidabilità possibile.


Il backend Db2 sarà basato su un mainframe Ibm con zOS.


Oltre ai palmari Ibm fornirà anche workstation Linux ottimizzate per il supporto di grafica ad alta risoluzione che assicureranno consumi ridotti e massima connettività.


I broker, gli intermediari e gli impiegati del Nyse utilizzeranno le workstation per trasmettere in tempo reale i dati di market intelligence dalla sala contrattazioni alle postazioni di trading situate ai piani superiori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here