I nuovi piani di Microsoft per Office Xp e Windows Xp

Con un cambio di rotta improvviso, Microsoft ha per ora rinunciato alla vendita di Office Xp sotto forma di licenze “a tempo”. In questa modalità d’uso, il prodotto, il cui rilascio era stato precedentemente fissato per il 31 marzo, non sarà disponibil …

Con un cambio di rotta improvviso, Microsoft ha per ora rinunciato alla vendita di Office Xp sotto forma di licenze "a tempo". In questa modalità d'uso, il prodotto, il cui rilascio era stato precedentemente fissato per il 31 marzo, non sarà disponibile per tutto l'anno. Un portavoce ha affermato che la società sta tenendo un atteggiamento prudente nell'introduzione di questo nuovo modello di vendita per garantire agli utenti un'esperienza realmente positiva, una volta che potranno sperimentarla. In realtà, la disponibilità delle licenze con scadenza annuale cambia da Paese a Paese: l'Australia e la Nuova Zelanda, per esempio, l'hanno già programmata, ma Microsoft non specifica quali Paesi la introdurranno in seguito. Il ripensamento della società può essere stato dettato da alcune considerazioni sui recenti risultati di fatturato. Office offre, infatti, un grande contributo agli introiti di Microsoft, ma nel terzo trimestre la suite ha registrato una crescita di appena il 7%, pensando per il 37% sui risultati della società dal 40% del trimestre precedente. E le cose non sembrano poter cambiare a breve. Anche se Microsoft conta sulle vendite di Office Xp per sostenere il proprio fatturato, difficilmente il prodotto potrà tornare a registrare una crescita a due digit, soprattutto a causa del rallentamento dell'economia americana.
Oltre al nuovo modello di vendita, Microsoft sembra pronta a far slittare anche il rilascio del nuovo Windows Xp. Fonti non ufficiali hanno indicato la data esatta, che dovrebbe essere il 29 ottobre. L'annuncio rischia di scombussolare i piani dei produttori di pc che speravano nell'arrivo del nuovo sistema operativo per incrementare le vendite di sistemi, soprattutto nel periodo estivo. Un portavoce ufficiale della società ha rifiutato di commentare le notizie che stanno circolando, limitandosi a ribadire che la posizione di Microsoft verrà resa nota tra pochi giorni e che il rilascio di Windows Xp è programmato per la seconda metà del 2001. I responsabili di Microsoft sperano che l'annuncio della società possa spegnere definitivamente le illazioni su un possibile blocco nella produzione di Windows Xp, e sul fatto che il rilascio delle versioni Home e Professional del nuovo sistema operativo possa slittare fino al 2002.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here