I costi del non-investimento in It

Per ogni euro non investito in It a valore se ne perdono 20 in efficienza e mancate opportunità di business.

Il Direttore generale di Team System, Federico Leproux, analizza con noi tre tematiche che possono interessare le imprese italiane, relativamente alla ripresa.

Su quale investimento tecnologico, in termini di soluzioni e prodotti, dovrebbero puntare le imprese italiane, alla ripresa di settembre, per riuscire a ottenere un risultato concreto e apprezzabile in termini di Roi?

Su tutti quegli investimenti che consentono di avere un controllo più puntuale e permettono un performance management e un consequence management rigoroso.

Quali servizi, anche finanziari, possono consentire loro di optare per l'investimento giusto allo scopo?

In generale tutti i servizi a valore aggiunto, che siano di consulenza di prodotti o di informazione.

In conseguenza di ciò, in che modo dovrebbero orientarsi alla pianificazione del budget tecnologico per il 2010?

Dovranno orientarsi all'investimento intelligente, ma con un occhio al futuro, facendo leva sulla opportunità di ottenere sul mercato condizioni e focus favorevoli da parte dei fornitori.

È importante ricordare che anche in un momento difficile, per 1.000 euro che si possono risparmiare non investendo in It a valore aggiunto, se ne lasciano sul tavolo 10-20.000 euro di mancati risparmi di efficienza o di mancate opportunità di business per mancanza di efficacia, controllo e informazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here