I colossi dei Web service si consorziano

Nasce la nuova Web Services Interoperability Organization, che raduna aziende come Ibm, Microsoft, Intel e Bea. Intenti di standardizzazione ed evangelizzazione in materia fra gli obiettivi principali dell’associazione.

Microsoft, Ibm, Bea Systems e Intel stanno per annunciare congiuntamente il lancio di un nuovo consorzio per la promozione del concetto di servizio accessibile via Web e della standardizzazione in materia. Il nuovo gruppo, denominato Web Services Interoperability Organization punta a evangelizzare tra le aziende sviluppatrici le metodiche di realizzazione dei Web services e la reciproca interoperabilità delle varie applicazioni. Inoltre, il consorzio promuoverà gli attuali e futuri standard definiti da organismi come il World Wide Web Consortium e la Organization for the advancement of structured information standards (Oasis). La partecipazione all'iniziativa sarà aperta anche ad altri fornitori tecnologici. La notizia, diffusa negli scorsi giorni, non ha trovato finora conferme ufficiali da parte delle aziende coinvolte. I Web services raggruppano le applicazioni direttamente accessibili via Internet con una molteplicità di terminali e dispositivi. I primi servizi di questo tipo consentivano, per esempio, di consultare le ultime quotazioni di borsa con il proprio telefono cellulare, ma oggi i fautori di questa tecnologia immaginano un futuro ben più ambizioso. Basterebbe ad esempio la consultazione online di un orario di un volo per scatenare un susseguirsi di opzioni e proposte immediatamente riferibili ai sistemi di prenotazione alberghiera, ai programmi frequent flyer e a molti altri servizi.
Aziende come Sun Microsystems e Oracle sono attivamente impegnate nella realizzazione del software che aiuterà a sviluppare e distribuire i Web services. Per la prossima settimana è atteso il lancio di Visual Studio.Net da Microsoft, mentre gli alleati di Sun come Bea, Ibm e Oracle, spingono per l'uso del linguaggio Java in questo tipo di applicazioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here