I 10 servizi cloud più diffusi per le Pmi

Alla Huawei Cloud Conference 2016 tenutasi recentemente a Praga, i responsabili dell’azienda cinese hanno fornito un motivo molto valido per investire in cloud computing. Secondo i loro dati, la mancata adozione di soluzioni cloud di ultima generazione potrebbe provocare costi per l’archiviazione dei dati e per la loro analisi fino a 3/5 volte superiori rispetto a chi ci ha già pensato.
Al più recente monito di Huawei, che ha un evidente interesse a distribuire le proprie tecnologie all’interno di data center pubblici e privati, fa eco l’analisi dell’Osservatorio Cloud & Ict as a Service pubblicato ormai un anno fa che ha fornito qualche indicazione sulla situazione italiana.
Secondo l’Osservatorio, il mercato cloud in Italia nel 2015 ha superato gli 1,5 miliardi di euro con un incremento del 25%. Più della metà delle grandi aziende italiane utilizza il cloud nella forma pubblica, grazie anche all’introduzione di nuove tecnologie a tutela della sicurezza evidenziate da Ibm in un contributo pubblicato su 01net. Ma sembra che il 44% dei Cio intervistati ritenga l’Hybrid Cloud, la forma mista di cloud pubblico e privato, come la tendenza più interessante per il prossimo futuro.

Poca cloud per servizi amministrativi e finanza

Tra i servizi più richiesti svettano quelli applicativi, gli infrastrutturali e i servizi PaaS. In particolare, le aziende italiane sfrutterebbero il cloud per servizi di Office Automation, Posta Elettronica, Enterprise Social Collaboration & Intranet, Crm, Scm ed Erp. Più cautela per i servizi di amministrazione, finanza e controllo, risorse umane ed e-learning, portali per il consumer, e-commerce, business intelligence e web analytics.
Sebbene, dunque, l’adozione dei servizi cloud in Italia sembra vivere una fase di timida maturazione, è anche evidente che l’approccio risulta guardingo.
Come nel caso dell'articolo sui 10 data center, non è nostra intenzione fornire una panoramica esaustiva e completa dei servizi cloud disponibili per le aziende italiane ma, piuttosto, fornire il la ad approfondimenti successivi.

Nella gallery, una caratteristica distintiva per ognuno dei dieci servizi cloud più noti disponibili in Italia.

1. Ibm


La proposta di Big Blue punta su un enorme ecosistema per sviluppo e supporto oltre al mix tra servizi e software proprietari, di terze parti e tecnologie aperte. (Ibm cloud)

2. TELECOM

Il carrier italiano distingue la sua offerta definendola come l’unico vero Cloud Computing in Italia ponendo l’accento sul fatto di essere l’unico a vantare la proprietà della rete. (Nuvola italiana)

3. ORACLE

L’azienda americana sfrutta la leadership relativa a software e servizi nella sua proposta cloud. In particolare, spinge sulle funzionalità di analytics delle sue soluzioni (Oracle).

4. AMAZON AWS

Il servizio di Amazon, oltre ad avere il merito di aver contribuito storicamente alla diffusione del concetto di cloud, punta sulla semplicità dell’offerta a favore delle Pmi (Amazon Aws).

5. MICROSOFT

Anche a Redmond si punta sulla collaborazione degli sviluppatori e su soluzioni open source. In particolare, a breve l’introduzione di Azure Stack, di fatto una cloud ibrida a partire da un cloud pubblico (Microsoft Azure).

6. TISCALI

La rinascita dell’Internet provider sardo parte anche dal cloud. Forte di un data center di proprietà, Tiscali punta a essere un riferimento affidabile per le Pmi locali. Da segnalare le soluzioni di Disaster Recovery e Migration (Tiscali cloud).

7. SALESFORCE

Data la riconosciuta esperienza nel settore, Salesforce punta tutto su Crm via cloud e, in generale, sulle soluzioni applicative e di data analysis. Recentemente, inoltre, è stata lanciata la soluzione per l’IoT (Salesforce).

8. GOOGLE

Altro colosso che, come Amazon, ha messo a rendita la propria infrastruttura. Punta alle Pmi, alla semplicità e all’utilizzo delle applicazioni (Google) di produttività e analisi dati (Google Cloud).

9. BT

Copertura globale della grande multinazionale telco insieme a un supporto locale garantito dalle 170 sedi. È questa l’idea di cloud del colosso inglese che in Italia si avvale della struttura di I.Net (BT for business).

10. ARUBA

Nel panorama degli operatori locali non si può non segnalare Aruba per completezza di offerta e infrastrutture, particolarmente indicate per le Pmi. Interessante Aruba Central per la manutenzione centralizzata delle reti WiFi senza interventi in loco (Aruba cloud).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here