Huawei verso un ruolo da Gigaband-enabler

Intenta ad affermare l’era della “Gigaband”, Huawei ha lanciato sul mercato Any Media Giga Access, una piattaforma, che come dice il nome stesso, nasce per consentire agli operatori di utilizzare appieno le tecnologie di accesso nella propria rete per implementare reti a banda ultra larga, con architettura, software e gestione unificati.
L’intento è ovviare costi e tempi di implementazione delle reti in fibra ottica utilizzando una concezione innovativa della piattaforma di rete in grado di supportare anche il rame, il coassiale e metodi di accesso combinato fisso-mobile per l’implementazione di una rete a banda ultra larga di livello Gigaband e supportare, così, la crescente richiesta del mercato di video ultra HD, realtà virtuale, immagini olografiche, servizi di Smart home, tecnologie all-optic campus, monitoraggio U-vMOS, gestione degli accessi virtuali e numerosi altri servizi intelligenti.

In Danimarca intrattenimento digitale senza limiti di velocità

Ci crede TDC Group, (Tele Danmark) che, come cliente-pilota, sta utilizzando il nuovo sistema Huawei come parte dell’aggiornamento previsto, entro il 2017, per passare la propria rete HFC alla tecnologia DOCSIS 3.1.
Il più completo e ambizioso aggiornamento mai visto nella storia della propria rete via cavo, come l’ha definito in una nota ufficiale Pernille Erenbjerg, CEO of TDC Group, secondo cui quello in atto è anche uno dei più grandi investimenti in infrastrutture digitali mai realizzato in Danimarca.
Stando alla roadmap, infatti, prima della fine del 2017, la metà di tutte le famiglie danesi potranno accedere a una velocità di 1 Gbps dieci volte superiore rispetto agli obiettivi fissati, a livello broadband, dall’agenda politica europea entro il 2020.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here