Huawei e Red Hat, c’è feeling su OpenStack

Huawei e Red Hat hanno rinnovato la partnership per abilitare le implementazioni cloud basate su OpenStack. Estendendo la loro collaborazione intendono accelerare lo sviluppo di soluzioni OpenStack per NFV (Network Function Virtualization) richieste dai Communication Service Provider (CSP).

In base a un recente sondaggio di Infonetics Research, infatti, il 93% degli operatori di telecomunicazioni intende adottare l’NFV per modernizzare il modo in cui le reti vengono realizzate e gestite.

Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform sarà integrata in Huawei FusionSphere Cloud OS a livello gestionale per offrire una soluzione aperta, unificata, flessibile e pronta per andare in produzione a supporto dell’evoluzione NFV degli operatori. Attraverso la collaborazione, Huawei e Red Hat intendono allineare le contribuzioni upstream, l’ingegneria, i prodotti e le attività di go-to-market per favorire l’adozione di OpenStack per implementazioni NFV da parte dei carrier.

Le due aziende forniranno alla comunità upstream OpenStack funzionalità NFV che serviranno anche come base di soluzioni IaaS altamente scalabili. Offrendo i risultati della collaborazione alla comunità, Red Hat e Huawei permettono all’intera comunità OpenStack di trarre vantaggio dall’innovazione a differenza degli approcci che favoriscono add-on proprietari e un ulteriore vendor lock-in.

Huawei e Red Hat hanno intenzione di certificare le soluzioni congiunte.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here