Htc oggetto del desiderio

Rispettate le attese sul lancio dei nuovi smartphone Android 2.1 e Windows 6.5, oggetti funzionali ed accattivanti anche grazie all’interfaccia Sense. Saranno sul mercato all’inizio di aprile.

Barcellona, dal nostro inviato - Se desiderate una piccola leggenda, Htc fa per voi, con i suoi tre nuovi smartphone Desire, Legend e Mini. I primi due sfruttano Android, il terzo Windows. L'azienda orientale prosegue la sua corsa a ritmo sostenuto, offrendo dispositivi aggiornati ed estetica accattivante, innovando dove necessario per fornire all'utente un'esperienza godibile aggiungendo molto di suo alle piattaforme esistenti.

Il modello di punta è il Desire, un Android 2.1 con Amoled da 3,7” e processore SnapDragon a 1GHz. Si tratta del nome definitivo dell'atteso Bravo, un Nexus One leggermente migliorato e ovviamente con l'interfaccia utente Sense rinnovata e completa di joystick ottico.

Il Legend si differenzia per l'attenzione ai materiali: il suo contenitore è un pezzo unico di alluminio leggermente inclinato alla base. Lo schermo è un Amoled da 3,2”. l'HD Mini è una versione migliorata del popolarissimo HD2, completa di joystick ottico, personal wifi e con l'interfaccia Sense adattata al sistema operativo Microsoft. Va rilevato che la versione di opsys adottata è la 6.5 e se Htc presenta questa versione vuol dire che Microsoft non ha rilasciato l'atteso upgrade alla versione 6.6. Htc ha annunciato anche che svilupperà dispositivi basati su Windows Phone 7, ovviamente in conseguenza del rilascio del sistema da parte di Microsoft, quindi più avanti nel corso del 2010.

I prezzi sono ancora in definizione, ma in Italia non dovrebbero discostarsi troppo da 399 Euro per il Legend e 499 Euro per il Desire, sicuramente competitivi. I dispositivi saranno rilasciati già dalla prima settimana di aprile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here