Hp minaccia i vendor Linux non-standard

Hewlett-Packard ha annunciato il suo pieno supporto all’emergente Linux Standard Base (Lbs). Hp non si limiterà a mettere sul tavolo del nuovo standard le proprie risorse ma anche avvertito i rivenditori di versioni Linux non conformi, minacciando di n …

Hewlett-Packard ha annunciato il suo pieno supporto all'emergente Linux Standard Base (Lbs). Hp non si limiterà a mettere sul tavolo del nuovo standard le proprie risorse ma anche avvertito i rivenditori di versioni Linux non conformi, minacciando di non supportare queste versioni del sistema operativo Open Source. Secondo Hp, l'impegno su questo fronte si può misurare in 250mila dollari di investimenti e in un numero ancora non precisato di tecnici dedicati a Lsb. L'azienda sarebbe anche entrata a far parte del Free Standards Group (Fsg), insieme a concorrenti come Ibm, che ha prestato al comitato cinque dei propri ingegneri. Hp ribadisce questo sostegno finanziario e tecnico con l'intenzione di bloccare la distribuzione di sistemi pc e server con installate le versioni di Linux che non rispetteranno le specifiche Lsb. L'azienda di Palo Alto è convinta che questa decisione aiuterà il movimento di standardizzazione del sistema Linux e al tempo stesso rafforzerà l'immagine di Hp come "campionessa" dell'Open Source. Va detto che Ibm già sei mesi orsono aveva sottoscritto il proprio appoggio a Linux con l'impegno a investire 1 miliardo di dollari su questa piattaforma. Hp, che ha presentato la sua strategia in occasione della conferenza Linux Day II, spera anche di attirare un maggior numero di sviluppatori per i suoi progetti Open Source.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here