Hp cancella tre progetti di handheld Linux

I dispositivi, che erano in fase di sviluppo all’interno di un laboratorio australiano, avrebbero dovuto rientrare nella strategia volta alla promozione del software Chai-Lx

Avrebbero dovuto essere sul mercato a breve, ma Hewlett-Packard ne ha
decretato la fine ancor prima di sapere se avrebbero o meno avuto successo.
Parliamo dei tre progetti di altrettanti handheld Linux che erano in fase di
sviluppo nel laboratorio australiano Application and Calculation Operation (Aco)
e che fonti vicine alla società danno ormai per accantonati in modo
definitivo.


Più in dettaglio, i prodotti che sarebbero stati eliminati dalla produzione
consistevano in due Pda e in un telefono cellulare, il quale avrebbe potuto
funzionare in reti Gsm, Gprs ed Edge (la tecnologia di transizione tra il Gprs e
l'Umts che sarà usata negli Stati Uniti). Il prodotto finale avrebbe dovuto
essere un dispositivo a base Linux che riunisse in un unico chip le funzioni di
cellulare e di Pda.


I due handheld, conosciuti rispettivamente con i nomi in codice di Calypso e
Carbine, avrebbero invece dovuto basare il funzionamento su un chip StrongArm a
133 MHz e avrebbero dovuto possedere unno schermo monocromatico touchscreen. La
differenza sostanziale tra i due avrebbe dovuto essere che Carbine avrebbe
dovuto avere le dimensioni di un telefono cellulare.


I tre progetti, che sarebbero stati accantonati a fronte della chiusura di
Aco, avvenuta all'interno del piano di ristrutturazione avviato da Hp, avrebbero
dovuto essere parte della strategia volta alla promozione del software Chai-Lx,
che unisce Linux con Chai, una sorta di clone di Java. Chai-Lx, lo ricordiamo, è
stato creato per operare all'interno dei prodotti consumer e sarà parte
fondamentale di Digital Entertainment Center, il dispositivo Hp atteso per fine
anno che combina Internet con funzionalità di riproduttore di Cd
audio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here