Holonix Pslk: dati esaustivi sui processi produttivi per l’industria

Il nuovo paradigma aggrega le informazioni progettuali alle indicazioni sul reale prodotto fisico dando vita a un framework dettagliato sull’intera value chain.

È pensato per i mercati manifatturieri, in cui il prodotto è l’elemento portante del processo, l’innovativo modello presentato da Holonix per il Product lifecycle management.

Promosso all’interno di alcuni progetti europei, assieme a realtà del calibro di Sap, Volkswagen, Txt e Politecnico di Milano, di cui Holonix è uno spin off, Product Service Lifecycle Knowledge, o Pslk, è un nuovo paradigma basato sull’aggregazione delle informazioni di tipo progettuale alle indicazioni sul reale prodotto fisico.

In questo modo, diventa possibile costruire un framework di lavoro ben più completo e in grado di fornire dati più esaustivi sull’intera catena del valore.

Presentato in occasione del recente Ict2013, svoltosi a Vilnius, in Lituania, Pslk andrebbe considerato, secondo i suoi ideatori, “come la teoria che sta dietro allo sviluppo di software o standard per la gestione del prodotto”.
Strettamente legato al progetto sullo standard Qlm, cui Holonix sta lavorando con alcuni dei maggiori fornitori It mondiali, l’ultimo approccio ideato muove da due convinzioni.

La prima è che il mondo industriale è sempre più complesso e necessita di processi e soluzioni assolutamente ottimizzati.
La seconda è che, in questo contesto, il prodotto diventa cruciale in quanto passa dell’essere un mero output a una fonte importantissima di dati sul suo intero ciclo di vita.

Da qui l’interesse ad adottare uno strumento come Pslk, in grado di garantire la tracciabilità costante dell’intero processo minimizzando gli sprechi e gli errori, per un uso più efficace delle risorse. Ma anche per assicurare prodotti sempre più specifici, in linea con le diverse esigenze degli utenti, mantenendo comunque l’efficienza della produzione industriale massiva.

Infine, all’interno di mercati moderni, in cui il prodotto da solo non basta, assicurare livelli di servizio molto elevati legati al prodotto rappresenta la nuova leva competitiva.

Senza considerare che, l’introduzione del Product Service Lifecycle Knowledge permetterebbe di rendere ancora più circolare l’intero processo, consentendo di ottimizzare tutte le fasi di produzione e di integrarle l’un l’altra fornendo indicazioni utili a supporto dell’intera catena del valore.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here