Hewlett-Packard rafforza le proprie linee San e Nas

Rinnovata la gamma di array Raid della serie Xp con nuove configurazioni in grado di estendere la rete San senza dover ricorrere a connessioni geografiche.

Hewlett-Packard ha rinnovato la gamma delle soluzioni San (Storage area network), introducendo nuove configurazioni Network attached storage (Nas) in grado di stabilire un collegamento diretto tra dispositivi standalone Nas e dischi fissi strutturati in architetture San. Oggetto di questa manovra è la famiglia dei sistemi Raid Xp-Series. Da oggi è possibile connettere una porta Fibre Channel di un array alla stessa porta di un secondo array utilizzato per il mirroring dei dati, attraverso una linea diretta lunga fino a 10 chilometri. Una configurazione di questo tipo rafforza le capacità di recovery di un sistema di dischi Xp-Series e offre la possibilità di estendere una rete San senza dover ricorrere a connessioni di tipo geografico (Wan) o altre tecnologie di rete. Inoltre Hp offre, con questi stessi array, il supporto di sistemi come Hp-Ux, Solaris, Windows e, da oggi, Linux. Un'altra novità riguarda l'aspetto commerciale della "capacity on demand", che risulta più facile da gestire. In passato il cliente poteva acquistare fino a tre mesi di capacità pre-installata, da attivare in base alle necessità del momento, a fronte però di pagamenti anticipati. Oggi, con il nuovo programma di capacity on demand è possibile "congelare" fino a sei mesi di capacità aggiuntiva senza dover versare alcuna somma in anticipo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here