HDS fa i Big data intelligenti

Hitachi Data Systems, società interamente controllata da Hitachi, ha annunciato il rilascio di Hitachi Content Intelligence, soluzione per lo storage a oggetti in grado di offrire capacità di ricerca e di analytic “adattive”, in base alle esigenze degli utenti.
Parte integrante della gamma Hitachi Content Portfolio, che propone già un integrato cloud-file gateway e una sincronizzazione a livello enterprise per una condivisione perfettamente integrata, l’ultima nata consente di garantire ai clienti la capacità gestire e sfruttare il potenziale dei dati in maniera strategica trasformando quest’ultimi in informazioni davvero rilevanti e a disposizione delle giuste persone, al momento più opportuno.
Nello specifico, aggregando dati multistrutturati, Hitachi Content Intelligence consente insight più veloci e una gestione e governance dei dati per una maggior completezza e una distribuzione delle informazioni organizzative sulla base del loro valore per il business.

Attraverso l’aggregazione i dati possono essere, infatti, analizzati più facilmente e in modo più esaustivo, così da valorizzare il loro effettivo potenziale di business, tanto che, tra gli oltre 1.700 clienti che hanno già scelto le soluzioni HCP come componente chiave della digital transformation del loro business, quelli che stanno già utilizzando Hitachi Content Intelligence confermano, come nel caso fornitore di servizi finanziari olandese Rabobank, che il risparmio di tempo per investigare con profitto i dati si riduce da settimane a poche ore.

È il caso di Precision Discovery, azienda americana specializzata nei servizi di discovery attraverso l’uso di strumenti di computer forensics, e del National Archives and Records Administration, agenzia indipendente del Governo federale degli Stati Uniti d’America incaricata di conservare importanti documenti governativi e storici.
Proprio quest’ultima ha messo a frutto i vantaggi di Hitachi Content Intelligence per l’analisi di dati non strutturati e di informazioni contenute in email, foto, documenti e applicazioni, rilevando un netto miglioramento della produttività, grazie alla creazione di standard per la ricerca delle informazioni.
In evidenza, anche il rafforzamento della capacità organizzativa a tutti i livelli grazie alla possibilità di accedere ai dati utili in modalità self service e con ricerche personalizzate beneficiando, oltre modo, della possibilità di estrarre, classificare, categorizzare e arricchire le informazioni riducendo il rischio di business collegato a dati non accessibili, o non analizzati, ottimizzando le risorse di storage a basso costo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here