Graphistudio e Canon rivoluzionano la stampa fotografica professionale

Grafica professionaleGrazie a un accordo strategico con Canon, Graphistudio, azienda italiana del settore professionale della stampa di libri fotografici, darà vita a un nuovo standard qualitativo per la stampa fotografica professionale. L'accordo prevede l’adozione della tecnologia Canon Dreamlabo con l’avvio dell’attività da gennaio 2015. In tal senso, lo stabilimento di Graphistudio ad Arba diventerà la sede operativa di Ricerca & Sviluppo per la realizzazione di innovativi progetti di stampa fotografica che adotteranno la tecnologia inkjet di Canon.

Assieme a Canon porteremo il settore della stampa fotografica digitale a compiere un salto di qualità enorme, paragonabile al passaggio tra il tubo catodico e gli schermi HD. Presto i processi chimici di stampa su carta fotografica non avranno più senso”, ha affermato il Presidente e CEO di Graphistudio, Tullio Tramontina, subito dopo la visita della delegazione internazionale di Canon Inc. e  Canon Europa, nella sede dell’azienda italiana.

L’adozione della tecnologia Dreamlabo garantirà agli stampatori professionisti nuove opportunità di crescita grazie all’elevata qualità di stampa, a un ampiamento delle applicazioni, e offrirà efficienti processi produttivi industriali. Il passaggio dalla stampa chimica a quella inkjet permetterà inoltre l’eliminazione dei costi relativi allo smaltimento dei materiali.

L’attuale qualità tecnologica di sensori e ottiche ha raggiunto uno standard tale da richiedere un nuovo modo di pensare alla riproduzione fisica delle opere fotografiche - ha dichiarato Massimiliano Ceravolo -. Grazie alla tecnologia Canon Dreamlabo e alla partnership strategica con Graphistudio, siamo pronti a far vivere a tutti i fotografi professionisti la nuova era del Photoprint, e far conoscere questa qualità alle aziende italiane che hanno la necessità di raccontare qualitativamente la propria offerta di prodotto attraverso la realizzazione di book fotografici, anche con tirature limitate”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome