Granarolo comunica con il personale con Workplace by Facebook

Granarolo ha adottato Workplace by Facebook, piattaforma di comunicazione studiata per il mondo del lavoro e già utilizzata dal personale di oltre 14.000 aziende nel mondo.

Workplace by Facebook è uno strumento che offre funzionalità simili a Facebook (news feed, gruppi e chat) ma di taglio enterprise, che consentono, anche al personale non dotato di utenza aziendale, di accedere in tempo reale a tutte le informazioni condivise: notizie aziendali, procedure, video live streaming.

Il fine è creare una community aziendale, con maggior senso di appartenenza e in grado di seguire progetti, anche trasversali, in modo più efficiente e produttivo rispetto, ad esempio, all’utilizzo di strumenti di comunicazioni tradizionali.

L’accesso è possibile, in sicurezza, sia da pc sia in mobilità tramite un’app dedicata.

Il presidente di Granarolo, Gianpiero Calzolari, spiega in una nota che Workplace by Facebook è stato introdotto a maggio «per comunicare in maniera più efficace con le nostre risorse in Italia dove è concentrata la nostra produzione in 17 stabilimenti e nel resto del mondo dove abbiamo molti distributori. Lo strumento promuove un'efficace collaborazione e un forte senso di appartenenza aziendale, sia delle risorse in produzione, sia delle risorse che operano all’estero, rendendo la comunicazione interna digitale, semplice, pervasiva e bidirezionale».

Chi è Revevol

Revevol è una multinazionale francese pioniera di soluzioni public cloud. In occasione del lancio di Workplace, avvenuto nel 2016, Revevol è stata scelta da Facebook quale primo Workplace Service Partner in Italia, per supportare l’adozione e l’integrazione di Workplace all’interno delle aziende.

Massimo Cappato, Ceo di Revevol Italia, società che ha curato l'implementazione della soluzione, ha sottolineato che con «Workplace, Granarolo ha voluto garantire un accesso democratico alle risorse rendendo digitale e social l'intera forza lavoro dell'azienda. Cruciale è stato il forte commitment da parte del Board di Granarolo che ha creduto in quest’evoluzione e ha voluto realizzarla partendo da una logica di consenso interno, coinvolgendo ben 200 Champion Granarolo nella fase di awareness: un percorso veloce ma strutturato per garantire il rapido successo del progetto».

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here